QUELLO CHE I MEDIA NON DIRANNO MAI LA VERA STORIA DELLA CRISI

Unknown-4

Premessa
Nel corso di questi anni ho scritto diversi articoli sottolineando alcune sentenze o leggi che, a mio parere, presentavano diverse anomalie:
violazioni costituzionali nell’esercizio della politica monetaria;
attentato agli organi costituzionali;
La costituzione inesistente, abbiamo perso tutto;
Il lodo Alfano? Un falso bersaglio, l’Italia ha perso la tutela dei diritti umani.

images-6

Non riuscivo a spiegarmi, allora, perché questi fatti non venissero segnalati, commentati e, soprattutto, perché i media tacessero la “pericolosità” di quanto stava accadendo.
Oggi, probabilmente, ho capito il perché di quell’assordante silenzio.
Quella che vi sto per raccontare è la storia di un grande inganno, un inganno che parte da lontano, sin dalla fine della seconda guerra mondiale.
E’ la storia di un progetto (eversivo???) che vuole l’Europa governata da una oligarchia.
Poiché il progetto subisce, nel 1992, un’importante accelerazione, è da tale anno che inizieremo a raccontare questa storia.

LA TRUFFA DELLA VENDITA DI BANCA ITALIA

images-3

Maastricht
Il 29 gennaio 1992 viene emanata la legge numero 35/1992 (Legge Carli – Amato) per la privatizzazione di istituti di credito ed enti pubblici.
Passano pochi giorni ed ecco un’altra data cruciale, il 7 febbraio 1992. In questa data avvengono due fatti estremamente importanti per la realizzazione del progetto:
viene varata la legge 82 con cui il ministro del Tesoro Guido Carli (già governatore della Banca d’Italia), attribuisce alla Banca d’Italia la “facoltà di variare il tasso ufficiale di sconto senza doverlo più concordare con il Tesoro”. Ovvero dal 1992 la Banca d’Italia decide autonomamente per lo Stato italiano il costo del denaro;

images-9

Giulio Andreotti come presidente del Consiglio assieme al ministro degli Esteri Gianni de Michelis e al ministro del Tesoro Guido Carli firmano il Trattato di Maastrich, con il quale vengono istituiti il Sistema europeo di Banche Centrali (SEBC) e la Banca Centrale Europea (BCE). Il SEBC è un’organizzazione, formata dalla BCE e dalle Banche Centrali nazionali dei Paesi dell’Unione Europea, che ha il compito di emettere la moneta unica (euro) e di gestire la politica monetaria comune con l’obiettivo fondamentale di mantenere la stabilità dei prezzi.
I cittadini italiani non si rendono conto della gravità delle conseguenze che questi atti hanno, ed avranno, sulle loro vite. Ne subiscono le conseguenze e quando si domandano “perchè”, ogni volta viene loro proposto un capro espiatorio diverso. L’importante è che i cittadini non riescano a capire quanto sta avvenendo.

I potenti, nel frattempo, continuano a lavorare al loro progetto e, il 13 ottobre 1995, il governo italiano, con il Decreto Ministeriale numero 561, pone il segreto su:
“articolo 2) atti, studi, analisi, proposte e relazioni che riguardano la posizione italiana nell’ambito di accordi internazionali sulla politica monetaria…;
d) atti preparatori del Consiglio della Comunità europea;
e) atti preparatori dei negoziati della Comunità europea…
Articolo 3. a ) atti relativi a studi, indagini, analisi, relazioni, proposte, programmi, elaborazioni e comunicazioni… sulla struttura e sull’andamento dei mercati finanziari e valutari…; ecc. …)”.

Insomma, quanto il Governo sta facendo per realizzare il progetto europeo non si deve sapere, men che meno in ambito di politica monetaria

Unknown-5

Il 1 gennaio 2002 l’Italia ed altri Paesi europei (non tutti) adottano come moneta l’euro. I prezzi raddoppiano, gli stipendi no. La crisi economica si acuisce. Anche in questo caso viene offerto ai cittadini qualche capro espiatorio per giustificare una crisi che, invece, secondo alcuni analisti, è stata pianificata da tempo.

Il 4 gennaio 2004 Famiglia Cristiana rende note le quote di partecipazione alla Banca d’Italia. Si scopre così, per la prima volta (le quote di partecipazione di Banca d’Italia erano riservate) che l’istituto di emissione e di vigilanza, in palese violazione dell’articolo 3 del suo statuto (“In ogni caso dovrà essere assicurata la permanenza della partecipazione maggioritaria al capitale della Banca da parte di enti pubblici o di società la cui maggioranza delle azioni con diritto di voto sia posseduta da enti pubblici) è, per il 95% in mano a banche private e società di assicurazione (Intesa, San Paolo, Unicredito, Generali, ecc..). Solo il 5% è dell’INPS.

Da quando la Banca d’Italia è in mano ai privati? Come è potuto succedere tutto ciò? La risposta è semplice: con la privatizzazione degli istituti di credito voluta con la legge numero 35/1992 Amato- Carli, cui, l’ex governatore della Banca d’Italia, ha fatto subito seguire la legge 82/1992, che dava facoltà alla Banca d’Italia di decidere autonomamente il costo del denaro.
In altri termini con queste due leggi la Banca d’Italia è divenuta proprietà di banche private che si decidevano da sole il costo del denaro sancendo così, definitivamente, il dominio della finanza privata sullo Stato. A questo stato di cose seguono i noti scandali bancari (Bond argentini, Cirio, Parmalat, scalata Unipol con il rinvio a giudizio del governatore di Banca d’Italia Fazio, ecc..) con grande danno per migliaia di risparmiatori.
Non è possibile che il ministro Carli, ex governatore della Banca d’Italia, non si sia accorto di tutto ciò. Ed ancora: è possibile che i politici, ministri del Tesoro, governatori non si siano accorti, per ben 12 anni, di questa anomalia? Comunque se ne accorgono alcuni cittadini, che citano immediatamente in giudizio la Banca d’Italia.

images-5

Il 26 settembre 2005 un giudice di Lecce, con la sentenza 2978/05, condanna la Banca d’Italia a restituire ad un cittadino (l’attore) la somma di euro 87,00 a titolo di risarcimento del danno derivante dalla sottrazione del reddito monetario.
Nella sentenza viene sottolineato, inoltre, come la Banca d’Italia, solo nel periodo 1996-2003, si sia appropriata indebitamente di una somma pari a 5 miliardi di euro a danno dei cittadini. Ma ancora non basta, perché la perizia del CTU nominato dal giudice mette in evidenza:

Per quanto concerne la Banca d’Italia:
come questa sia, in realtà, un ente privato, strutturato come società per azioni, a cui è affidata, in regime di monopolio, la funzione statale di emissione di carta moneta, senza controlli da parte dello Stato;
come, pur avendo il compito di vigilare sulle altre banche, Banca d’Italia sia in realtà di proprietà e controllata dagli stessi istituti che dovrebbe controllare;
come, dal 1992, un gruppo di banche private decida autonomamente per lo Stato italiano il costo del denaro.

Per quanto concerne la BCE:
come questa sia un soggetto privato con sede a Francoforte;
come, ex articolo 107 del Trattato di Maastricht, sia esplicitamente sottratta ad ogni controllo e governo democratico da parte degli organi dell’Unione Europea.
come la succitata previsione faccia si che la BCE sia un soggetto sovranazionale ed extraterritoriale;
come, tra i sottoscrittori della BCE, vi siano tre Stati (Svezia, Danimarca ed Inghilterra) che non hanno adottato come moneta l’euro, ma che, in virtù delle loro quote, possono influire sulla politica monetaria dei Paesi dell’euro.

In altri termini la sentenza mette in evidenza come lo Stato, delegato dal popolo ad esercitare la funzione sovrana di politica monetaria, dal 1992 l’abbia ceduta a soggetto diverso dallo Stato: prima alla Banca d’Italia (di proprietà al 95% di privati), quindi alla BCE (soggetto privato, soprannazionale ed extraterritoriale).

Così facendo lo Stato ha violato due articoli fondamentali della Costituzione:
L’articolo 1 che recita: “… La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione”. Infatti il popolo aveva delegato i suoi rappresentanti ad esercitare la funzione sovrana di politica monetaria, non a cederla a soggetti privati;
L’articolo 11 della Costituzione che recita: “L’Italia … consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo”.

L’articolo 11 della Costituzione consente limitazioni (non già cessioni) della sovranità nazionale.
Inoltre, la sovranità monetaria non è stata ceduta a condizioni di parità (le quote di partecipazione alla BCE non sono paritarie), vi fa parte anche la Banca d’Inghilterra che non fa parte dell’euro e partecipa alle decisioni di politica monetaria del nostro Stato, senza che lo Stato italiano possa in alcun modo interferire nella politica monetaria interna.
Ed ancora. Tale limitazione (non cessione) può essere fatta ai soli fini di assicurare “la pace e la giustizia tra le Nazioni”. I fini della BCE non sono quelli di assicurare pace e giustizia fra le nazioni, ma quello di stabilire una politica monetaria. La sentenza è, quindi, estremamente importante e, per taluni, anche estremamente pericolosa, visto che ai politici che illegittimamente hanno concesso la sovranità monetaria prima alla Banca d’Italia e poi alla BCE potrebbero essere contestati i reati di cui agli articoli:
241 codice penale: “Chiunque commette un fatto diretto a sottoporre il territorio dello Stato o una parte di esso alla sovranità di uno Stato straniero, ovvero a menomare l’indipendenza dello Stato, è punito con l’ergastolo”.
283 codice penale: “Chiunque commette un fatto diretto a mutare la costituzione dello Stato, o la forma del Governo con mezzi non consentiti dall’ordinamento costituzionale dello Stato, è punito con la reclusione non inferiore a dodici anni”.

I politici, infatti, hanno ceduto un potere indipendente e sovrano ad un organismo privato e, per quanto riguarda la BCE , anche esterno allo Stato. Il pericolo c’è, ma la paura di un possibile rinvio a giudizio per questi gravi reati dura poco. Per una strana coincidenza, a soli 5 mesi dalla sentenza che condanna la Banca d’Italia, nell’ultima riunione utile prima dello scioglimento delle camere in vista delle elezioni, con la legge 24 febbraio 2006 numero 85 dal titolo “Modifiche al codice penale in materia di reati di opinione” vengono modificati proprio gli articoli 241 (attentati contro l’indipendenza, l’integrità e l’unità dello Stato); 283 (attentato contro la Costituzione dello Stato); 289 (attentato contro organi costituzionali e contro le assemblee regionali), ovvero le figure di attentato alle istituzioni democratiche del Paese, che, diciamolo, con i reati di opinione hanno ben poco a che vedere.

Cosa cambia con questa modifica? Nella sostanza le figure di attentato diventano punibili solo se si compiono atti violenti. Se invece si attenta alla Costituzione semplicemente abusando di un potere pubblico non si commette più reato. I politici, dunque, non solo sono salvi per quanto concerne il passato, ma, da ora in poi, potranno abusare del loro potere pubblico violando la Costituzione senza più rischiare assolutamente nulla. Certo, questa modifica priva la nostra repubblica di qualsiasi difesa, ma di questo pare nessuno se ne accorga.

Pochi mesi dopo questa modifica arriva la sentenza 16.751/2006 della Cassazione a Sezioni Unite, che accoglie il ricorso di Banca d’Italia avverso la succitata sentenza del giudice di Lecce. Nelle motivazioni si legge: “… al giudice non compete sindacare il modo in cui lo Stato esplica le proprie funzioni sovrane, tra le quali sono indiscutibilmente comprese quelle di politica monetaria, di adesione a trattati internazionali e di partecipazione ad organismi sovranazionali: funzioni in rapporto alle quali non è dato configurare una situazione di interesse protetto a che gli atti in cui esse si manifestano assumano o non assumano un determinato contenuto”.

In altri termini il giudice non può sindacare come lo Stato esercita le sue funzioni sovrane, neanche quando queste arrechino un danno al cittadino.

Ma, come abbiamo appena visto, il cittadino è rimasto privo di difese anche nel caso in cui, abusando di poteri pubblici, la sua sovranità venga svenduta a soggetti privati. E allora che fare? Al cittadino resta un’ultima flebile speranza? Può aggrapparsi alla violazione dell’articolo 3 dello Statuto della Banca d’Italia? Assolutamente no, anche l’articolo 3 dello Statuto, ovviamente, è stato modificato a dicembre del 2006. Ora non è più necessaria nessuna partecipazione pubblica in Banca d’Italia. Tutto in mano ai privati per Statuto.
La sovranità monetaria è persa. Ma l’inganno è solo all’inizio, anche se è stato portato a termine un tassello importante del progetto, in fondo si sa, è il denaro che governa il mondo.

Lisbona
I potenti, sicuri della loro totale impunità, proseguono nel grande inganno e, visto che nel 2005 la Costituzione Europea (che presentava palesi violazioni con le maggiori costituzioni europee e pareva scritta per favorire le grandi lobby affaristiche in danno dei cittadini) era stata bocciata da francesi ed olandesi al referendum, decidono che, per far passare il testo, si deve agire in due modi:

evitare di far votare la popolazione;
rendere il testo illeggibile.

Il loro progetto prevede di lasciare la Costituzione Europea immutata e, per evitare il referendum, di chiamarla Trattato. Poi, per non far capire al cittadino che nulla è cambiato, rendono il testo illeggibile inserendo migliaia di rinvii ad altre leggi e note a piè pagina, come hanno confessato:
l’ex presidente francese Valéry Giscard D’Estaing: “Il Trattato è uguale alla Costituzione bocciata. Solo il formato è differente, per evitare i referendum”;
il parlamentare europeo danese Jens-Peter Bonde “i primi ministri erano pienamente consapevoli che il Trattato non sarebbe mai stato approvato se fosse stato letto, capito e sottoposto a referendum. La loro intenzione era di farlo approvare senza sporcarsi le mani con i loro elettori”;
il nostro Giuliano Amato: “Fu deciso che il documento fosse illeggibile… Fosse invece stato comprensibile, vi sarebbero state ragioni per sottoporlo a referendum”.

Nel 2007 tutto è pronto e il 13 dicembre i capi di governo si riuniscono a Lisbona per firmare il Trattato, ovvero la Costituzione Europea bocciata nel 2005 e resa illeggibile. Ora manca solo la ratifica dei vari Stati.
Il parlamento italiano ratifica il trattato di Lisbona l’8 agosto del 2008, approfittando della distrazione dei cittadini dovuta al periodo feriale. Nessuno spiega ai cittadini cosa comporti la ratifica del Trattato, ed i media, ancora una volta, tacciono.
In realtà con quella ratifica abbiamo ceduto la nostra sovranità in materia legislativa, economica, monetaria, salute e difesa ad organi ( Commissione e Consiglio dei Ministri) che non verranno eletti dai cittadini. Il solo organo eletto dai cittadini, il Parlamento Europeo, non avrà, nei fatti, alcun potere.
Ancora una volta i nostri politici, abusando del loro potere pubblico, hanno violato l’articolo 1 e 11 della nostra Costituzione.
L’articolo 1 perchè, come detto, lo Stato ha la delega ad esercitare la funzione sovrana in nome e per conto dei cittadini, non a cederla. E’ come se una persona avesse il compito di amministrare un immobile e lo vendesse all’insaputa del proprietario, abusando del potere che gli è stato conferito.

Inoltre ha violato l’articolo 11 perché, come abbiano visto: “L’Italia… consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità”.

Unknown-6

Lo Stato, invece, ancora una volta ha ceduto la sovranità e l’ha ceduta non in condizioni di parità. Infatti l’Inghilterra, che già non ha aderito all’euro, in sede di negoziato ha ottenuto diverse e importanti esenzioni per aderire al Trattato di Lisbona, eppure pare che il primo presidente europeo sarà proprio l’ex primo ministro inglese Tony Blair. La nomina a presidente europeo di Blair deve far riflettere, sopratutto in ordine alla cosiddetta Clausola di Solidarietà presente nel Trattato di Lisbona. Detta Clausola prevede che ogni nazione europea sia tenuta a partecipare ad azioni militari quando si tratti di lottare contro “azioni terroristiche” in qualunque altra nazione. Il problema e che nessuno ha definito cosa si intenda per “azioni terroristiche”. Chi deciderà chi è un terrorista e perchè? Persone come Tony Blair, in passato coinvolto nello scandalo sulle inesistenti armi di distruzione di massa in mano a Saddam con cui è stata giustificata la guerra all’Iraq? A quante guerre ci sarà chiesto di partecipare solo perché qualche politico non democraticamente eletto avrà deciso di usare la parola “terrorista” o “azione terroristica”?

Si consideri che già, oggi, basta definire un cittadino “presunto terrorista” per poterlo privare dei diritti umani e permettere che i servizi segreti possano sequestrarlo a fini di tortura, attività criminale che potrà poi essere coperta con il segreto di Stato, come ha recentemente confermato con la sentenza 106/2009 anche la nostra Corte Costituzionale.

Ma il dato più allarmante è che con il Trattato di Lisbona viene reintrodotta la pena di morte. Ovviamente tale dicitura non è chiaramente presente nel testo, ma in una noticina a piè pagina (si continua nell’inganno).
Leggendo attentamente questa noticina, e seguendo tutti i rimandi, si arriva alla conclusione che con il Trattato di Lisbona accettiamo anche la Carta dell’Unione Europea, la quale dice “La morte non si considera cagionata in violazione del presente articolo se è il risultato di un ricorso alla forza resosi assolutamente necessario: Per eseguire un arresto regolare o per impedire l’evasione di una persona regolarmente detenuta; per reprimere, in modo conforme alla legge, una sommossa o un’insurrezione” (articolo 2, paragrafo 2 della CEDU).
La cosa è di estrema gravità. Infatti, anche in questo caso, chi deciderà che una protesta è sfociata in disordini tali da rendere lecito un omicidio? (l’Italia, poi, ha un triste primato in fatto di “agenti provocatori” pagati per trasformare una manifestazione in guerriglia). In quali casi si potrà sparare sulla folla disarmata? Chi deciderà quando potranno essere sospesi i diritti umani? Perché di questo si tratta.

Ecco la storia di un grande inganno, un inganno che inizia

- con il cedere illecitamente, proteggendosi con il segreto, la funzione sovrana dell’esercizio della politica monetaria a privati:
- nello sfuggire alle responsabilità del proprio operato depenalizzando le figure di attentato alla Costituzione;
- nell’approfittare delle ferie estive per ratificare un Trattato con cui vengono cedute le nostre restanti sovranità (legislativa, economica, monetaria, salute, difesa, ecc.) ad una oligarchia non eletta e che nessuno conosce;
- ed, in ultimo, nel dare il potere a qualche politico di poter privare i cittadini dei loro diritti umani semplicemente con una parola.

Così, quando i cittadini si renderanno conto che hanno perso tutto, che la loro vita viene decisa da una oligarchia di potenti non eletti democraticamente, quando si renderanno conto del grande inganno in cui sono caduti non sarà loro concesso neanche reagire o protestare, perchè basterà una sola parola per trasformare la reazione in “azione terroristica” o la protesta in “insurrezione”, legittimando così la sospensione dei diritti umani e l’applicazione della pena di morte. Il tutto, poi, verrà coperto con il segreto di Stato

Si ringrazia www.disinformazione.it

La crisi non esiste,la crisi è provocata dalla banche che chiedono rientri e non rilasciano presiti,questo provoca un’economia ferma e senza sbocchi .

Diffondete l’informazione AIUTATECI AD AIUTARVI .

images-10

Partecipanti al capitale Ente partecipante
Intesa Sanpaolo S.p.A.
UniCredit S.p.A.
Assicurazioni Generali S.p.A.
Cassa di Risparmio in Bologna S.p.A. INPS
Banca Carige S.p.A. – Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.
Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A.
Cassa di Risparmio di Biella e Vercelli S.p.A.
Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza S.p.A. Cassa di Risparmio di Firenze S.p.A. Fondiaria – SAI S.p.A.
Allianz Società per Azioni
Banco Popolare s.c.
Cassa di Risparmio del Veneto S.p.A.
Cassa di Risparmio di Asti S.p.A.
Cassa di Risparmio di Venezia S.p.A.
Banca delle Marche S.p.A.
INAIL
Milano Assicurazioni
Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia S.p.A. (CARIFVG S.P.A.) Cassa di Risparmio di Pistoia e della Lucchesia S.p.A.
Cassa di Risparmio dell’Umbria S.p.A.
Cassa di Risparmio di Ferrara S.p.A.
Banca Popolare di Milano S.c.a r.l.
Cassa di Risparmio di Ravenna S.p.A.
Banca Regionale Europea S.p.A.
Cassa di Risparmio di Fossano S.p.A.
Banca Popolare di Vicenza S.c.p.A.
Cassa di Risparmio di Cesena S.p.A.
Banca dell’Adriatico S.p.A.
Cassa di Risparmio di S. Miniato S.p.A.
Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna S.p.A.
Banca Carime S.p.A.
Società Reale Mutua Assicurazioni
Veneto Banca S.c.p.a.

Unknown-4
Banca Popolare dell’Emilia Romagna S.c. 430 Banca CARIM – Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. 393 Cassa di Risparmio di Bolzano S.p.A. 377 Cassa di Risparmio di Bra S.p.A. 329 Cassa di Risparmio di Cento S.p.A. 311 Cassa di Risparmio della Spezia S.p.A. 266 Cassa di Risparmio della Provincia di Viterbo S.p.A. 251 Cassa di Risparmio di Orvieto S.p.A. 237 Banca Cassa di Risparmio di Savigliano S.p.A. 200 Cassa di Risparmio di Volterra S.p.A. 194 Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti S.p.A. 151 Cassa di Risparmio di Fermo S.p.A. 130 Cassa di Risparmio di Savona S.p.A. 123 TERCAS – Cassa di Risparmio della Provincia di Teramo S.p.A. 115 Cassa di Risparmio di Civitavecchia S.p.A. 111 Credito Valtellinese S.c. 101 Cassa di Risparmio di Carrara S.p.A. 101 CARILO – Cassa di Risparmio di Loreto S.p.A. 100 Cassa di Risparmio della Repubblica di S. Marino S.p.A. 36 Banca CARIPE S.p.A. 8 Banca Monte Parma S.p.A. 8 Cassa di Risparmio di Rieti S.p.A. 8 Cassa di Risparmio di Saluzzo S.p.A. 4 Banca del Monte di Lucca S.p.A. 2
TOTALI 300.000


Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

MUTUO IN USURA SEGRETI PER VERIFICARLO

Unknown

Questo articolo sarà di massima utilità sia peri professionisti sia per gli utenti,vi eviterà di incappare in pre analisi o perizie che non valgono nulla .

Seguite attentamente ciò che scriviamo,ci siamo rivolti ad uno dei massimi esperti Italiani nel settore ,Rag.Gaetano Vilnò Presidente del Dipartimento Europeo Controllo Illeciti Bancari decina.it .

questo video vi aiuterà a capire quali sono i parametri da tenere in considerazione

images-2

Molte società e pseudo professionisti commettono errori enormi ecco come procedono per verificare l’usura sul Mutuo

TAEG O ISC + TASSO DI MORA + ESTINZIONE ANTICIPATA

ERRORE ENORME

Sono matematicamente distinti ,lo afferma anche la 5 sezione nella sentenza del 2 febbraio 2014 ,quindi stiamo attenti a chi ci rivolgiamo,non facciamoci illudere da false promesse e costi bassi .

La sentenza 350 di Gennaio 2013 ha aperto un grande spiraglio sull’usura dei MUTUI,ma attenzione,come tutti i professionisti ci saranno quelli bravi e quelli meno bravi .

La perizia non conta nulla,senza una difesa adeguata in corso di causa la perizia econometrica non vi sarà di aiuto,chi vende le perizie solitamente non è un professionista di altro profilo,attenzione ,questo mestiere deve essere svolto in esperti in diritto bancario,chi non fa questo mestiere a tempo pieno solitamente non ha la qualità professionale adeguata per vincere la vostra causa .

Come verificare il vostro Mutuo

Prendete il vostro Contratto di Mutuo

Guardate la data di emissione ,anno e mese

Andate nel archivio tassi di banca Italia

http://www.bancaditalia.it/vigilanza/contrasto_usura/Tassi/Tegm

Verificate in base all’anno e al mese e alla tipologia del mutuo il tasso soglia (VARIBILE O FISSO) aggiungete il 50% al tasso soglia ,questo dato sarà il tasso soglia di usura questo vale fino al 2011 ,successivamente bisogna aumentare del 25% + 4 punti ,dopo il 2011 potete constatare che il tasso soglia da non superare è già inserito nella scheda di Banca Italia .

Secondo passo

Verificare il TAEG O ISC segnate questo dato

Andate nel Tasso di mora,troverete :

2 punti in più del tasso in vigore (o 3 o 4 dipende dal mutuo ) solo in questo caso va addizionato il tasso in vigore al tasso di mora

Nel caso il tasso di Mora fosse collegato ad altro parametro non possiamo addizionarlo

esempio

Il tasso di mora applicato sarà 2 + del tasso bcc del anno corrente ,in questo caso dobbiamo cercare l’archivio di competenza e fare l’addizione ,attenzione ,in questo caso il tasso di mora è matematicamente staccato dal tasso in vigore,questo errori lo commettono anche molti pseudo professionisti .

Estinzione anticipata

Fino al 2007 quasi tutti i contratti di mutui contengono almeno 1% su estinzione anticipata,attraverso un conteggio matematico questi mutui vanno quasi sempre in usura,attenzione,non c’entra nulla con il tasso di Mora o il tasso in vigore .

Sicuramente non sarete in grado di farmi una relazione legale o perizia,ma questi parametri vi daranno la possibilità di capire se il professionista davanti a voi è capace di fare il suo lavoro .

Se tutto questo è difficile da capire vi consigliamo di mandare il vostro Atto a :

financialsolution@libero.it

Per le aziende il consiglio è quello di parlare sempre con il vostro consulente,fate domande e pretendete risposte precise,noi vi consigliamo persone a nostro parere serie dobbiamo abbiamo riscontrato soddisfazione da parte dei clienti

Financialsolution  Marchio di proprietà della MANAGEMENTITALIA SRL  Via Cesare Aroldi n. 44  46019 – VIADANA – MN Tel: 0375-781262  FAX 0375/781642Pec: MANAGEMENTITALIASRL@PEC.IT P.IVA 02418250201 n° REA 251262 Email  financialsolution@libero.it

Pagherete solo 15 Euro di tessera annuale Deciba e avrete una risposta esatta e professionale .

images-1

Il diritto bancario è un’argomento molto serio,necessità preparazione specifica,un avvocato,commercialista non è necessariamente preparato alla materia,vi consigliamo nel caso dei mutui di porre queste domande per avere un minimo di sicurezza sul professionista che avete deciso di incaricare alla vostra richiesta di risarcimento .

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La Banca Paga diffondete

images-1

Qualche settimana fa la redazione della “Gabbia” trasmissione televisiva della 7 si è presentate presso la filiale di Parma di IBL BANCA,il giornalista Edoardo Dilorenzo insieme al Presidente D.E.C.I.BA DIPARTIMENTO EUROPEO CONTROLLO ILLECITI BANCARI Rag.Gaetano Vilnò ,nel video che vi presentiamo vediamo la reazione della direttrice che sbatte fuori tutti,la domanda posta era semplice,perché non informate le persone che è possibile avere un rimborso per i prestiti rinegoziati o estinti ?

1017756_504999286270915_6331752110262733922_n

Ieri riceviamo la notizia che IBL BANCA paga il risarcimento dovuto,guardate questo video,imparate e diffondete questa informazione .

Ogni giorno le banche pagano risarcimenti,purtroppo la diffusione di informazioni in questo senso è scarsa,solo il web permette forza mediatica,ognuno di noi può contribuire ad aiutare altri .

Parlando di Usura e Anatocismo,non fatevi fegare da Pre Analisi gratuite,le perizie senza un lavoro serio non portano a nulla,il Diritto Bancario è una materia difficile e complessa,valutate bene i professionisti che avete davanti,chi vende perizie ha lo scopo di farvela comprare,la perizia è un mezzo non la soluzione.

www.deciba.it se avete dubbi rivolgetevi a persone oneste che vi daranno le giuste risposte.

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

PICCOLI COMUNI GRANDE INIZIATIVA CONTRO LE BANCHE

articolo 3

Le grandi battaglie iniziano sempre da piccoli Comuni,solitamente la corruzione colpisce di più le grandi realtà,infatti è inspiegabile perché Comuni come Roma o Milano non fanno iniziative del genere .

Il Comune è quello di FONTANIVA (PD) la giunta e il Sindaco Marcello Mezzasalma hanno scelto di aprire uno “sportello amico” per le prime informazioni sui vari illegittimi bancari .

Lo sportello è curato dalla Referenti D.E.C.I.BA ( www.deciba.it) Veneta Katia Menegazzi e i suoi preziosi collaboratori Loris e l’avvocato Leone .

Unknown

Stasera alle ore 21 presso il Centro Padre Odone Nicolini IL Comune di Fontaniva riceverà da DECIBA l’attestato di riconoscimento per l’apertura dello “sportello amico ” dedicato agli illeciti bancari .

Saranno Presenti :

Il Presidente

Gaetano Vilnò

Il vice Presidente

Avv.Rosa Chiericati

Il Segretario

Ilarione Fabiano

I collaboratori Veneti

Dott.Katia Menegazzi
Avv. Francesco Leone
Loris

Insieme al Sindaco Marcello Mezzasalma e Assessori si affronterà l’argomento del Diritto Bancario .

Copia di 2014-04-14 - volantino Fontaniva 2

Un momento di condivisione importante,molti sono i politici che ogni giorno si lamentano del stra potere delle banche,in quanti fanno realmente qualcosa ? ecco un chiaro esempio di un piccolo comune che aiuta i propri cittadini,ci sono casi di piccoli Comuni Italiani che hanno sbattuto fuori Equitalia,la vera rivoluzione è sempre partita dal basso ,aiutiamo questi sindaci,aiutiamo queste amministrazioni,tante gocce formano il Mare,non dimentichiamo mai .

imagesarticolo 3

Stasera Lunedi 14 Aprile 2014 ore 21 siete tutti invitati .

Ringraziamo il Comune di Fontaniva (PD) il Sindaco Marcello Mezzasalma e Assessori .

Diffondete aiutateci ad aiutarvi .

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Grillo : Pizzarotti ha Deluso

Unknown

L’espulsione di Pizzarotti dichiara un risveglio del Movimento 5 stelle,le strategie del gruppo parmigiano non hanno portato a nulla,ora fanno il “gioco” del silenzio,ovvio,quando si viene presi con le mani nella marmellata è difficile reagire ,meglio tacere e aspettare che la tempesta svanisca .Ci sono arrivate molte email “ma ora siete pure voi grillini”

Rispondiamo

Molti di noi hanno perso il senso del “buon senso”,oggi se parli di azienda sei di Destra,se parli di operai sei di Sinistra,se parli di ambiente sei Grillino,se esprimi la tua opinione su Grillo o grillino sei un CORROTTO DI MERDA pagato da qualcuno .

images-2

Cè un’altra opzione,pensare liberi,senza avere una fede politica ,semplicemente valutare volta per volta cosa accade,farsi un’opinione senza pregiudizio ed esprimerla .

Quando parlavamo di Giovanni Favia ci accusavano di essere pagati da qualcuno,il tempo ci ha dato ragione ,poi abbiamo dichiarato da tempo che il Gruppetto di Parma era in combutta con Favia ,anche in questo asp eravamo pagati da qualcuno,anche in questo caso il tempo ci ha dato ragione .

Essere grillino non significa avere la verità in mano ,esprimere criticità per il Movimento non è proporzionale ad essere dall’altra parte,i nostri lettori conosco perfettamente il nostro essere trasversali ,la nostra più grande battaglia sono l’Illeciti bancari,secondo voi possiamo veramente essere pagati da qualcuno ?

Era doverosa questa premessa,il fondatore di questo sito è Gaetano Vilnò ,ora Presidente di DECIBA Dipartimento Europeo Controllo Illeciti Bancari (www.deciba.it) ,Vilnò è stato il primo epurato in Italia,Favia e il gruppo di Parma hanno portato Grillo a questa decisione,Grillo sbagliò,credette alle menzogne di Favia e Company . Il tempo ha risolto,oggi Favia e il gruppo di Parma sono stati scoperti .

Il Mondo grillino è vasto ,ci sono opportunisti,falsi,millantatori,ovvio ,come tutti i grandi gruppi cè il bene e il male,noi denunciamo questa fascia di persone,non lo facciamo per screditare il MOVIMENTO 5 STELLE ,anzi,l’intento è migliorarlo e sbattere fuori chi lo sfrutta .

PizzarottI,Marco Vagnozzi,Alex Malozzi,Mauro Nuzzo (un po i capetti) hanno deluso sia Beppe Grillo sia la popolazione parmigiana ,hanno fallito in tutto.

images-1

L’inceneritore non si è fermato
Equitalia esiste ancora (basterebbe togliere il mandato di riscossione )
Aumentato le tasse egli asili
Imu al massimo
passaggio auto al massimo
Conferma dei derivati bancari

Sembra amministrazione della vecchia politica,nulla è atto fatto di innovativo,nessuna vera guerra,sono stati spesi soldi per comprare un oggetto tecnologico che individua i poveretti che hanno il fermo amministrativo ,così potranno sequestrare il mezzo ,il Nuovo capo dei vigili ha dichiarato di aquistre nuovo autovelox per multare i cittadini ,Iren stacca l’acqua alla gente che non ha la possibilità di pagare,fallimento su fallimento .

La novità che tutti ci aspettavamo non esiste,questo non è colpa di Grillo,Pizzarotti stesso dichiara che il comico non ha mai messo bocca per le questioni di Parma,probabilmente era meglio che lo facesse .

Sentire Pizarotti oggi è sentire un vero politico,va in televisione spesso,non risponde mai direttamente alle domande,glissa i giornalisti,scrive libri,parla di crisi e momenti dove tutti dobbiamo tirare la cinghia . Pizzarotti è divento sindaco per gli ideali grillini ,è divento sindaco grazie al lavoro di Beppe Grillo,oggi dichiara che gli “sconosciuti ” non dovrebbero presentarsi alle europee ? perché lui senza Grillo chi è ?

Pizzarotti incontra A Milano Civati del PD ,PRESENTANO insieme libri ? scusate .. un grillino deve dare CALCI IN CULO A QUESTA GENTE .

images-2

UN SINDACO GRILLINO SECONDO NOI

Equitalia : togliere immediatamente il mandato di riscossione ,molti paesi hanno già fatto questo

images

Inceneritore : Faccio iniziare un lavoro di ristrutturazione della strada all’ingresso,voglio vedere come entrano i rifiuti,invito tutta la cittadinanza ha disattivare il contratto con IREN ,metto in condizione di perdere in borsa la società Iren .

Banche : la maggior parte dei debiti del Comune di Parma sono Banche,attivo un controllo sui vari illeciti bancari,blocco i pagamenti e faccio un accordo di transazione per la cifra richiesta .

Non ammazzo la povera gente con multe,sanzioni,fermi amministrativi ecc ecc,un sindaco grillino con deve amministrare,un sindaco grillino non deve entrare nel “sistema” ed adeguarsi,un sindaco Grillino deve rivoluzionare le regole perverse esistenti,ecco un VERO SINDACO GRILLINO .

Beppe grillo è deluso del lavoro Parmigiano,è cosciente che è entrato nel politichese,poi aggiungiamo malafede e opportunismo ed ecco fatto il CAPITAN PIZZA .

Noi spesso osserviamo quei piccoli esalti malati di mente che dicono di essere grillini,solitamente hanno questo profilo :

GRILLO è DIO

TU SEI UN CORROTTO

ALTRI SONO LADRI NOI SIAMO ONESTI

COLPA DI ALTRI

ALTRI

ALTRI

ALTRI

Diffidate di chi risponde ad una domanda con una accusa personale,diffidate a chi risponde che è sempre colpa di ALTRI ,chi non risponde nel merito delle cose non sa cosa dire .

Poi abbiamo i grillini buoni

Solitamente non hanno una poltrona ,sono quelli che si fanno un culo esagerato nel gruppo senza chiedere nulla,sono quelli che rispondo con i fatti alle domande,sono quelli che non hanno odio nel cuore,sono quella parte sana dell’Italia che vorrebbe cambiare le cose,purtroppo sono spesso nell’ombra .

NON MI SPAVENTA CHE IL MALE FACCIA IL MALE ..MI SPAVENTA IL SILENZIO DEI BUONI

Questo è accaduto nel Movimento 5 stelle ,ora sembra che la strada stia cambiando ,Beppe Grillo si è reso conto che gli opportunisti sono andati avanti,le cose cambieranno ,Grillini sveglia ! Non credete ai link o le cazzate ,conoscete le persone e fatevi un’idea vostra.

PIZZAROTTI FEDERICO MARCO VAGNOZZI ALEX MALOZZI MAURO NUZZO

Attenti a questo gruppo non vi fate imbambolare

SOLO UNA COSA

ORA FUORI DAI COGLIONI E NON USATE IL MARCHIO MOVIMENTO 5 STELLE

PS ATTENTI AI VARI GIORNALI ,DARANNO RAGIONE A PIZZAROTTI NON A GRILLO

MOVIMENTOREVOLUTION

quelli della rete …

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

GRAZIE BEPPE GRILLO ! FUORI I GRILLINI PARMIGIANI !

images-4

Il nostro sito ha denunciato il gruppo di Parma oltre 2 anni fa,Grillo ha fatto le sue indagini e finalmente ha capito,Pizzarotti e Company (NUZZO,ALEX MALOZZI,MARCO VAGNOZZI) e gente che non va bene,piccoli opportunisti che hanno fatto la scalata a discapito di altri .

images-3

Questo il nostro annuncio di qualche giorno fa,sapevamo che Grillo si era svegliato

http://www.movimentorevolution.it/?p=1746

Il gruppo Giovanni Favia e Pizzarotti/Vagnozzi è stato scoperto,giustizia è fatta,questi piccoli uomini che hanno creato un danno enorme all’idea del Movimento 5 stelle,Grillo ha sbagliato,speriamo si ridimensioni,questo passo è importante,forse ora capirà i vari errori che ha commesso .

Unknown-1

Stefano Montanari,Gaetano Vilnò,Andrea Casoni,Giovanni Macri,lollo,massimo merighi,luca,francesco e tantissmi altri,guardate bene questo video che abbiamo trasmesso che riguardava Favia al tempo dell’amore con Beppe Grillo

ascoltate dal decimo minuto in poi ,PIZZAROTTI E IL GRUPPO DI PARMA fanno le scarpe a grillo ,hanno giocato sporco

images

Federico Pizzarotti è stato dal vero “male” grillino TALE Marco Vagnozzi
ecco le prove ,ascoltate fino in fondo il video se volete capire a Parma cosa succede

Questi sporcaccioni hanno fatto fuori tantissmi grillino con buone intenzioni,grazie alla collaborazione fra Giovanni Favia e Parma hanno creato una “piccola casta” per sfruttare Grillo .

Oggi lo Staff di Grillo dichiara “fuori” PIZZAROTTI ,giustizia è fatta,l’Emilia romagna è sempre stata sporca di personaggi opportunisti,anche quel buoni stavano zitti per la paura di essere messi alla porta ,il tempo da molte risposte ,finalmente GRILLO ha fatto la cosa giusta .

Ci rivolgiamo a tutti quelli che siete stati zitti,siete peggio di tutti,ci rivolgiamo a MARCO VAGNOZZI,sei una persona priva di moralità,non meriti la poltrona che hai preso ,non meriti la fiducia di tutte quelle persone che hanno votato in buona fede,a te PIZZAROTTI che non sei capace di fare nulla,a te PIZZAROTTI stratega del NULLA ,ora BEPPE GRILLO VI FA UN CULO COME UNA CAPANNA !

Grillo ha commesso errori,forse in buona fede,forse no ,quello che importa è che ti sei svegliato,ora gruppo di PARMA FUORI DALLE PALLE ,portate avanti il vostro progetto del “nulla” sfruttare Beppe Grillo per fare il vostro progettino è vomitevole .

GRILLINI DI PARMA … FUORI DAI COGLIONI

images-2

Movimentorevolution ha testimoniato da tempo ciò che sarebbe accaduto ,la resa dei conti è arrivata .

VIGLIACCI … nvoi non vi stancate ? come vedete …. neanche noi .

STAFF

MOVIMENTOREVOLUTION

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

FALSI SONDAGGI ECCO I SEGRETI

images

Mazzate per tutti,questa l’unica verità,i tre grandi partiti prenderanno delle sberle che neanche immaginano.

I sondaggi sono falsi per principio

1 – la base di sondaggio viene rilevata da un paramentro troppo basso,di solito si parla di 1000 persone .

2 – I sondaggi vengono diffusi per influenzare il voto,è dimostrato scientificamente che l’individuo segue la massa .

3- I sondaggi creano percentuali non sul 100% ma su quelli che eventualmente votano,quindi i dati sono distorti,l’unico fattore interessante è quello proposto nel punto 2 .

Fatta questa doverosa premessa,ecco il motivo dei sondaggi cosi diversi,spesso vediamo delle analisi completamente diverse,il dato viene deviato in base al risultato che mi prefiggo di ottenere .

INFLUENCER INFLUENZARE L OPINIONE PUBBLICA

images-1

ESEMPIO :

SONDAGGIO A FAVORE DEL MOVIMENTO 5 STELLE

movimento 5 stelle

Il mio sondaggio verrà fatto in rete,andrò a ricercare le zone dove il Movimento è stato più forte in questi mesi,ecco il sondaggio a favore del MOVIMENTO 5 STELLE .

SONDAGGIO A FAVORE DI BERLUSCONI

Unknown

La prima analisi è accertarsi dove Forza Italia è più forte,attraverso i tesserati,sedi ,voti…rivolgerò successivamente il mio sondaggio a Medio e piccole imprese,rivolgerò domande chiuse che porteranno al rrisultato del sondaggio che mi sono prefissato,la domanda crea la risposta(ma questo è un’altro argomento)

SONDAGGIO A FAVORE DI RENZI

Unknown-1

Questo è facile,basta chiamare associazioni,sindacati,circoli di vario tipo,la probabilità che il sondaggio sia a favore del PD aumenta in modo esponenziale .

Questa piccola spiegazione risolve i dubbi sul sondaggio,se mettessimo 10 società a fare i sondaggi probabilmente le cifre sarebbero completamente diverse,il vero scopo ? INFLUENCER .

ORA CAMBIA TUTTO

Il vero e unico sondaggio è il NON VOTO la sola grande paura è questa,riflettete,tutti dicono la stessa cosa da sempre ….. ANDATE A VOTARE …….

L’unico argomento che unisce tutti è questo,sapete cosa accade se le persone non vanno a votare ?

Unknown-2

DELEGITTIMI LO STATO ATTUALE
DELEGITTMI LE PERSONE PRESENTATE
DELEGITTIMI IL GOVERNO

dichiarazione di non VOTO

noi vi consigliamo una procedura ancora più interessante,nel caso

PD
PDL
GRILLINI

Vi abbiamono ROTTO I COGLIONI,vi presentate al seggio,chiamate il presidente di seggio e certificate di NON VOTARE NESSUNO,questo vi darà la possibilità di non sprecare il voto,infatti questa dichiarazione non vi farà andare nel QUORUM .

Detto questo,il numero delle persone che non andranno a votare è enorme,ormai le persone sono delusi da tutti,vedrete… questo è l’unico sondaggio vero …

Unknown-3

MAZZATE PER TUTTI

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Sindaco di Parma “no a sconosciuti ”

pizzarotti 1

Il Gruppetto di Parma aveva programmato evidentemente qualche suo “ometto” fra i candidati Europei,Pizzarotti detto anche MR NESSUNO dichiara

candidata gente mai vista

Questa dichiariazione del Grillino con Più fallimenti d’Italia lascia perplessi,scusate lui chi era senza BEPPE GRILLO ?

pizarotti 2

Beppe Grillo fra le varie cazzate che dice nè ha detta una giusta “nessuno conosceva Pizzarotti prima di essere nel Movimento 5 stelle”

Ma ripercorriamo il grande lavoro che ha fatto il Gruppo di Parma e il PIZZA

pizzarotti 3

La lista civica 5 stelle nasce nel 2005 ,erano 4 gatti (4 come numero ) che pensavo di sfrutturare Beppe Grillo per poi confluire in un’altra lista,al tempo si chiama PER IL BENE COMUNE ,il gruppo era formato dai CAPI Marco Vagnozzi ,Alex Malozzi,Nicoletta Paci,Vincenzo Bruno e l’escluso di eccellenza Peppe Carpentieri,Peppe non si candido per poi presentarsi alle Nazionali,la prese in culo perchè Beppe Grillo dichiarò che sono gli esclusi ppotevano partecipare alla candidatura,probabilmente Peppe era uno di quelli che meritiava , aveva fatto parecchie iniziative,ma gli andò male .

Successivamente circa nel 2007 si presento timidamente Federico Pizzarotti con sua moglie Cinzia,volevano partecipare alle iniziative del gruppo,intanto c’era fermento,a Parma si era formato anche un’altro gruppo,addirittura più grande .

Marco Vagnozzi di TERNI pensò bene di far fuori l’altro gruppo,infatti contatto Giovanni Favia e gli racconto di un gruppo di “balordi” che voleva usurpare il MARCHIO DI GRILLO.Favia contatto l’amico (all’epoca) Grillo e gli racconto la cosa,Grillo senza esitare fece arrivare una lettere di diffida al secondo gruppo e lascio spazio al gruppetto di oppurtinisti che stavano sfruttando l’onda di Grillo .

Pizzarotti non era un gran sveglio,il gruppetto individuò il Pizza come un buon esecutore,fra l’altro era Parmigiano,il resto del gruppo era fra Terni,Salerno .

Gia nel 2007 si parlava di formare un gruppo autonomo,chi era nel gruppo può confermare che il GRUPPO DI PARMA non voleva candidarsi neanche alle REGIONALI,infatti l’altro gruppo chiese a Grillo di partecipare,allarmati di questo il gruppo VAGNOZZI si attivò PER buttare merda nei confronti di altri ragazzi pronti a partecipare .

pizzarotti 4

Questo caso non era unico,molte città sono state vittime di “bullismo” grillino,dove chi conosceva qualcuno sbatteva fuori altri . Grillo con il tempo ha capito questo,infatti oggi fa votare on line i candidati,giustoo sbagliato non siamo noi a giudicarlo,almeno si evitano ERRORI come nel passato ,dove come Parma conosceva il pupillo FAVIA faceva fuori tutti gli altri .

Federico Pizzarotti detto “MR NESSUNO” avrà partecipato a circa 10 banchetti e qualche riunione,ora si ARROGA il fatto che altri candidati dovrebbero essere conociuti ? MAGARI QUELLI CHE VOI VOLEVATE SPINGERE ?

Non siamo PRO GRILLO mai stati ,ma peggio di Grillo cè chi vuole sfruttare la situazione,Marco vagnozzi ha rotto i coglioni per anni dicendo che non voleva la poltrona .. PIMA OCCASIONE ? si è presa la migliore ,Presidente del consiglio Comunale,buon stipendio e senza rotture di coglioni da parte dei MEDIA,infatti si sente poco e non dichiara mai nulla contro Grillo ,manda avanti il PIZZA .

Il Gruppo Parmigiano è sempre stato capeggiato da ALEX MALOZZI ,MARCO VAGNOZZI,MAURO NUZZO ,questi i personaggi che a nostro parere manovrano la strategia del gruppo autonomo,Pizzarotti non riteniamo abbiamo tale mente .

Beppe Grillo è stato chiaro,non sei d’accordo ? FUORI DAI COGLIONI ,crediamo che Grillo abbiamo capito molti errori commessi nel passato,forse troppe persone espulse senza un reale motivo,ora tutti i nodi tornato al pettine,FAVIA,PIZZAROTTI,VAGNOZZI da sempre hanno pensato di staccarsi e di sfruttare l’onda Grillo,ora è la resa dei conti .

PIZZAROTTI RISPETTA PERSONE CHE COME TE NON ERA NESSUNO E OGGI VOGLIONO DARE IL PROPRIO CONTRIBUTO ALLA SOCIETA’,PROBABILMENTE FARANNO MOLTO MEGLIO DI TE E I TUOI AMICI .

MOVIMENTOREVOLUTION 2018

LA RETE

Vi portiamo l’opinione del Dott.Stefano Montanari,conoscitore sia di Grillo che del Movimento

SCRIVE

IL grillismo morirà di morte naturale. Chi lo farà morire sarà in primis il fatto di essere fondato su una persona, per di più fasulla in ogni senso, e questo è un elemento palese di debolezza. Se si guarda alla Gran Bretagna o agli Stati Uniti, si vede come i partiti esistenti abbiano personalità propria e come il vari leader si susseguano senza che il partito subisca scosse. Togliete Beppe alle stelline e non resta che l’essenza, vale a dire aria fritta. Un secondo fattore di debolezza è l’applicazione di una dittatura interna che si può reggere solo fidando sui gonzi. Espulsioni, autodafé e bocche cucite non sono certo medaglie al valore. Pagliacciate come le decisioni via Internet senza che ci sia chi possa controllare che cosa realmente accada possono fare fessi solo i fessi ma, prima o poi, qualcuno si sveglierà e griderà alla nudità del re. Scheletri nell’armadio come la truffa del microscopio e la vigliaccheria di Grillo e dei grillini che scappano terrorizzati rifiutando di confrontarsi sono altre mine sotto le fondamenta di un castello di carte e non si potranno tenere sempre soffocati un passato e un presente vergognosi. E poi ci sono i fatti più terra terra come i risultati effettivi del partito. Tanto per fare un esempio tra i non pochi possibili, vogliamo parlare della farsa degl’inceneritori che si dovevano chiudere o non fare aprire a pena di passare su qualche cadavere? Morirà di morte naturale ma non subito e, temo, non dopo un piccolo boom alle Europee. La pochezza degli altri partiti, la loro miopia, spesso la loro indifendibilità sono il miglior fertilizzante per le 5 Stelle. È evidente che aggrapparsi a quel salvagente significa inesorabilmente annegare, ma la teoria del “meno peggiore” è la più praticata, indipendentemente da quali siano i criteri di valutazione per stabilire una graduatoria delle schifezze.Quanto ai transfughi o agli scomunicati, io ho avuto la ventura di conoscerne diversi e temo che non siano “meno peggiori”, tanto per restare in tema, dei lacchè in servizio. Stefano Montanari

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

L’INKULATA PER GRILLO PARTE DA PARMA

12

Ieri abbiamo fatto il pesce d’Aprile ,non crediamo che Casaleggio molli Grilli,è il suo miglior e unico cliente,piuttosto mangerebbe una m……… sono state interessanti le reazioni all’articolo,non cè stata grande disperazione da parte dei grillini,anzi …

Detto questo,arriviamo alla vera notizia

L’INKULATA DI GRILLO PARTE DA PARMA

PIZZAROTTI INCONTRO SEGRETO FUORI DA COMUNE

Oggi i giornali locali parlano del gruppetto di Parma,esprimono dissenso nella scelta dei candidati Parlamentari per le Europee,nomi a noi ben conosciuto,ALEX MALOZZI,BOSI,MARCO VAGNOZZI,il PIZZA è sempre stato un esecutore,non riteniamo abbia una mente cosi lucida da fare strategie.

PIZZAROTTI E FAVIA

La Strategia del gruppetto di Parma ha vecchia data,parliamo dei bei tempi di Giovanni Favia,la combutta era già in essere oltre 2 anni fa,infatti il gruppo bolognese aveva gia segnatato furbetti all’interno del gruppo,ricordiamo Giovanni Macri,Lorenzo Alberghini,

nel web ci sono testimonianze che parlano dei fatti reali,purtroppo,Beppe Grillo al tempo era innamorato del Favia,solo con il tempo si è reso conto delle furberie che stavano portando avanti,nella struttura c’era e cè anche il gruppo di Parma,ricordiamo una frase famosa “bisogna stare zitti e cambiare dall’interno ”

QUESTO IL CASALEGGIO DI PARMA TALE MARCO VAGNOZZI

VAGNOZZI

Pizzarotti sarà il nuovo LEADER dei dissidenti,Beppe Grillo e Casaleggio hanno chiaro il tutto,infatti Grillo da Mentana ha già dichiarato “PIZZAROTTI HA PERSO DI VISTA IL MOVIMENTO ” frase che apre i mille dubbi già esistenti.

QUESTO IL “PICCOLO” GUERRIERO DI PARMA
NUZZO

NUZZO

Il Movimento 5 stelle ha usato per molto tempo la tecnica del COMPLOTTISMO,quando qualcuno risultava scomodo veniva accusato di essere una spia o cazzate varie,purtroppo GRILLO credeva ai suoi ADEPTI più fedeli e sbatteva fuori tutti .

Ora siamo alla resa dei conti,Grillo si trova a combattere con quelli che sembravano i suoi fedeli,forse qualche dubbio sulle espulsioni fatte gli verrà,l’essere spontaneo e onesto nel Movimento 5 stelle non è servito,anche in questo caso la furbizia e la strategia ha premiato .

Pizzarotti va in televisione,scrive libri,

libro 1

libro 2

organizza convegni,è di facile lettura l’evoluzione del progetto,vogliono abbandonare la nave prima che affondi,il gruppo di PARMA ha utilizzato strategia da quando è nato,al tempo era formato da 4 persone,noi le abbiamo conosciute,non era sicuramente in buona fede,uno di questi era MARCO VAGNOZZI (Ora presidente del consiglio comunale ) una delle “menti” della strategie contro Grillo,insieme a Favia volevo portare avanti un gruppo autonomo senza Grillo e Casaleggio .

Ora Pizzarotti e company non vogliono commettere gli stessi errori,ci vanno piano,fanno tutto ma con metodi diversi,riflettete,va in televisione,contesta grilli,organizza riunioni,tutto con strategie,Grillo è quasi costretto a tenerselo,crediamo che ormai la scelta stia per prendere dimensione,ci aspettiamo che partano con un’espulsione di massa .

Probabilmente sarà dopo le Europee,ultimamente il Movimento ha person molti consensi,un’altra espulsione sarebbe deleterio per il Movimento.

Beppe Grillo è un PIRLA,riteniamo che debba fare il comico,ha sbattuto fuori gente sana che ha avuto il coraggio di esprimere in modo onesto il dissenso,Grillo ha premiato chi ha utilizzato strategia allo scopo di farlo fuori.

PIZZAROTTI E COMPANY shanno visibilità e consenso perchè Grillo lo permette,poveri illusi,ancora non conoscono il potere mediatico di Grillo,sottavalutano troppo il gruppo Casaleggio,possiamo dire tutto,sicuramente non sono degli studipi,avranno già messo in piedi una contromossa .

Parma non ha stima del sindaco grillino,Parma ha votato il PIZZA grazie a Grillo e la voglia di cambiamento,Pizzarotti non ha dimostrato nessuna qualità nè politica nè istituzionale nè di idee,pagherà le conseguenze per molto tempo di questa sua negligenza .

Caro gruppetto di Parma ,BEPPE GRILLO VI FARA’ UN CULO GROSSO COME UNA CAPANNA,almeno Grillo con tutti i suoi errori non ha dimostrato falsità,forse a peccato di ingenuità,arroganza,presunzione,ma almeno è stato coerente .

ECCO CHI TE LA METTERA’ IN KULO CARO GRILLO

libro 3

I nostri lettori sanno perfettamente quello che abbiamo scritto 2 anni fa sul gruppo di Parma ,oggi accade.

PS SI TORNA A LAVORARE !!!!!!!!!!! FINITA LA PACCHIA !

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

FUORI CASALEGGIO DAL MOVIMENTO 5 STELLE

Istantanea video 1

La notizia sembra avere concretezza,trapelata attraverso blogger importanti,si parla di una riunione privata dove Beppe Grillo ha sbottato !

movimento 5 stelle

Milano ore 16.00 ,Beppe Grillo e Casaleggio si riuniscono per le strategie del Movimento 5 stelle,la riunione non sappiamo se è stata live o via streaming,l’argomento era la nuova strategia da utilizzare per le Europee 2014 .

Casaleggio ha espresso paura,secondo i sondaggi interni il Movimento 5 stelle ha perso consenso,Casaleggio avrebbe consigliato di smetterla con le espulsioni,vosi di corridorio dicono che i toni erano molti alti,Casaleggio avrebbe quasi ordinato a Beppe Grillo di cambiare strada,parlare sempre di altri e sputtanare tuttop e tutti non funzionerebbe più .

movimento 5 stelle 2

Beppe Grillo si avrebbe sbottato “il movimento senza di me non è nulla ” secondo il comico il merito del grande successo del Movimento 5 stelle sarebbe suo ,con un bel VAFFANCULO pare abbia liquidato il buon Casaleggio .

Dalla rete non sembrano esserci lutti particolari,la voce grillina sembra essere contenta della decisione di Beppe Grillo,attendiamo novità .

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento