IL FALSO DIPENDE SERIALE

NOTIFICA

Arriva alla nostra redazione un fatto che vale la pena ragionarci .

Spesso si spendono parole politiche a difesa dei dipendenti,sindacati hanno campato per anni con questa storia,oggi vogliamo raccontarvi una storia vera,una storia che fa riflettere .

Secondo voi esistono dipendenti che fanno assenteismo ? esistono dipendenti che fanno malattia o infortuni falsi ? esistono persone che si invento contratti per richiedere danni alle aziende ?

Quale danno possono creare questa tipologia di persone all’economia Italiana e aziendale ,abbiamo visto molte testimonianza sull’assenteismo pubblico,quello privato se nè parla poco .

Molti pensano sempre al colosso multinazionale che ha soldi per difendersi,invece la maggior parte delle contestazione fra dipenedenti e ditte avviene nel piccolo,intendiamo quelle piccole aziende formate da 4 o 5 persone,dove la furbizia dei dipendenti mette in gravi defficoltà l’andamento aziendale .

Noi non facciamo politica,le nostre riflessioni nascono da fatti reali,le nostre considerazioni non sono dettati da orientamenti particolari,valutiamo i fatti e le sottoponiamo ai nostri lettori .

Parliamo di un fatto reale,vi portiamo un “caso” che farà fare riflessioni .

Firmato Ministero Del Lavoro e delle Politiche Sociali

Direzione territoriale del lavoro di Reggio Emilia .

NOTIFICA 2

Arriva un’ordinanza di Ingiunzione di pagamento all’azienda (formata da 3 persone) per lavoro in nero .

La piccola azienda riceve notifica Ordinanza Di Ingiunzione di pagare oltre 20.000 Euro,un Sig.re Di Reggio Emilia dice di essere stato dipendete per 2 mesi della piccola azienda,dai documenti si evince che non esiste nè un contratto,nè un pagamento,nè un accordo di qualsiasi tipo,questo signore sembra che si rivolga ad aziende per fare volantinaggio a costi molto bassi e soprattuto dice che essendo in pensione si accontenta di lavorare a prezzi inferiori alla media.

Questo signore si propone come un pensionato che per noia vuole lavorare e intanto guadagnare qualcosina,tutto perfetto,ma cosa accade se dietro questo cè una strategia ?

Infatti,dopo poco tempo iniziata l’attività di volantinaggio si presenta all’amministrazione della piaccola azienda minacciando di denunciare all’ispettorato il lavoro in NERO . L’Azienda ha affidato il volantinaggio a titolo di prestazione occasionale,quindi a fine mese la persona veniva pagata,dalle nostre informazioni a Reggio Emilia sono incappate molte piccole attività in questo “metodo” truffa di prendere denaro .

Consigliamo a tutti di far firmare tutti i documenti regolari anche a chi vi fornisce una prestazione occasionale,anche nel caso del volantinaggio,probabilmente queste persone approfittano del sistema per continuare su questa strada .

Infatti,l’ufficio Legale e contezioso della direzione procinciale del lavoro di Reggio Emilia ordina il pagamento senza essersi accertata dei fatti .

SCRITTI DIFENSIVI 0

DIFESA VERBALE 0

Viene rilasciata una sentenza senza nessuna difesa,le notifiche fatte da parte del’ufficio di Reggio Emilia direzione Territoriale del Lavoro sono presso una sede non esistente da tempo ,quindi il tutto è stato fatto in modo approssimativo e senza i dovuti accertamenti .

In ITALIA abbiamo milioni di extracomunitari che lavoro in nero,vediamo le campagne dei pomodori,i nuovi colossi cinesi,le ditte edili,ogni giorno in televisioni ci sono denunce,eppure nulla su muove.

SE SEI ITALIANO TI ROMPONO I COGLIONI

Ormai essere Italiano equivale ad essere sotto il bersaglio di tutto e di tutti,EQUITALIA,TASSE,BANCHE,SOCIETA DI RECUPERO CREDITO,UFFICIO DELLE ENTRATE,ogni giorno piccole imprese e artigiani Italiani devono sopravvire a questo sistema ormai alla deriva,le istituzioni dovrebbero essere di supporto alle piccole attività,purtroppo questo non accade .

L’errore di uffici come Equitalia,ufficio Entrate,in queto caso Direzione del Lavoro di Reggio Emilia provocano costi enormi,una piccola azienda sarà costretta a difendersi,magari vincere ,ma i costi chi le pagherà alla fine ?

NESSUNO

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.