BANCHE INDAGATE PER USURA INIZIA LA RIVOLUZIONE

Unknown

Usura, indagati vertici di Bnl, Unicredit, Mps e Bp Bari
Contestati tassi usurari sui finanziamenti. Secondo la procura di Trani il reato di usura è stato compiuto dagli organismi di governance e di controllo delle banche. Tra gli indagati anche Abete, Profumo, Mussari e Caltagirone

Nè parliamo ormai da tempo,siamo stati spesso precursori per molti eventi,anche questa volta abbiamo colto nel segno ,la legge sta facendo il suo percorso,senza paura ci sono giudici che rivoluzioneranno il sistema economico Italiano.

Siamo arrivati attraverso i nostri canali di informazione a migliaia di persone,abbiamo contribuito all’informazione,attraverso i nostri canali abbiamo fatto in modo che i cittadini prendessero i risarcimenti dovuti .

Ecco cosa è accaduto :

E non solo. Tra le 62 persone alle quali la Gdf di Bari ha notificato l’avviso di fine indagine ci sono anche ex dirigenti di Bankitalia e del ministero dell’Economia. Agli indagati si contestano tassi usurari su finanziamenti. Il reato di usura (bancaria) continuata ed aggravata sarebbe stato compiuto a danno di alcuni clienti-imprenditori del Barese, in relazione a finanziamenti concessi dalle banche prevalentemente sotto forma di anticipazioni su conto corrente.

Chi sono gli indagati
Tra le 62 persone a cui viene notificato l’avviso di fine indagine per usura vi sono anche il presidente della Rai, Anna Maria Tarantola, in qualità di ex capo della Vigilanza di Bankitalia, e il ministro dell’Economia del governo Letta, Fabrizio Saccomanni, ex dg di Bankitalia. Per il ruolo avuto in Bankitalia sono indagati anche l’ex direttore generale Vincenzo Desario, e gli ex capi della Vigilanza succedutisi nel tempo: Francesco Maria Frasca, Giovanni Carosio, Stefano Mieli e Luigi Federico Signorini. Per il ministero dell’Economia è indagato Giuseppe Maresca, a capo della quinta direzione del dipartimento del Tesoro. Agli otto indagati viene contestato di aver – tra il 2005 e il 2012 – adottato consapevolmente determinazioni amministrative in contrasto con la legge sull’usura fornendo consapevolmente un “contributo morale necessario” ai fatti-reati di usura “materialmente commessi dalle banche”. Indagati anche il presidente del cda di Bnl Luigi Abete e l’ad Fabio Gallia; per Unicredit l’ex ad Alessandro Profumo, ora presidente del cda di Mps, e l’attuale ad Federico Ghizzoni; per Mps l’ex presidente Giuseppe Mussari e il suo vice Francesco Gaetano Caltagirone.

images

Sempre per Bnl sono indagati l’ex vicepresidente Piero Sergio Erede, e il presidente del collegio sindacale Pier Paolo Piccinelli. Per Unicredit l’ex presidente del cda, Dieter Rampl, e il dg Roberto Nicastro. Per Unicredit Banca di Roma è indagato Paolo Savona, ex presidente del cda. Per Unicredit Banca d’Impresa l’ex presidente Mario Fertonani, l’attuale vicepresidente vicario di Unicredit spa, Candido Fois, e Piergiorgio Peluso, figlio dell’ex Guardasigilli Anna Maria Cancellieri, nella sua precedente qualità di ad di Unicredit Banca d’Impresa. Per la Banca Popolare di Bari sono indagati anche l’attuale presidente del cda e ad, Marco Jacobini, l’ex presidente Fulvio Saroli, e il dg Pasquale Lorusso.

Cosa dice l’accusa
Secondo il pm inquirente, Michele Ruggiero, il reato di usura è stato compiuto dagli organismi di governance e di controllo delle banche con il concorso morale degli ex vertici di Bankitalia e di un attuale dirigente del dipartimento del Tesoro del ministero dell’Economia e Finanze. Questi ultimi – secondo l’accusa – contravvenendo alle disposizioni della legge sull’usura, prescrivevano alle banche di calcolare (attraverso una particolare formula algoritmica) gli oneri dei finanziamenti concessi in rapporto al credito “accordato”, anziché (come richiesto dalla legge) a quello effettivamente “erogato/utilizzato” dal cliente, così precostituendo le condizioni per una elaborazione (e successiva segnalazione a Bankitalia) da parte della banche di tassi effettivi globali (cosiddetti Teg) falsati poiché più bassi di quelli effettivamente praticati. Di conseguenza – secondo le indagini della Guardia di Finanza – gli interessi/remunerazioni applicati dalla banche alla clientela per determinate categorie di finanziamenti (in forma di anticipazioni su c/c) risultavano sempre entro i limiti dei “tassi soglia”, pur essendo in concreto ad essi superiori e, come tali, usurari.

LA BANCA ITALIA E’ ILLEGALE INTERVENTO DEL PRESIDENTE GAETANO VILNO AVVOCATO ROSA CHIERICATI SEGRETARIO ILARIO FABIANO

Lo abbiamo sempre detto,in Italia ci sono giudici molto bravi,giudici che applicano la legge,questo periodo di crisi costringe le persone a sopravvivere,parte della sopravvivenza è informazione .

Grazie alla collaborazione di tutti voi siamo riusciti a raggiungere numeri enormi,ognuno di voi nel suo piccolo ha condiviso le nostre informazioni,blogger,profili personali o semplicemente indicare un articolo,gli Italiani sono molto meglio dei politici che abbiamo,gli Italiani sono sempre stato punto di riferimento Mondiale .

Intervento sull’indagine del Presidente DECIBA Associazione Dipartimento Europeo Controllo Illeciti Bnacari Gaetano Vilnò

www.deciba.it

Questo fatto è l’ennesima prova che tutto può cambiare,in Italia ci sono uomini straordinari,oggi il web ha permesso di togliere il monopolio dell’informazione ai quei pochi che attraverso la politica gestiscono l’informazione,non fermiamoci,la strada è quella giusta .Ringraziamo la guardia di Finanza e la magistratura per l’apertura di indagine . Grazie al PM Michele Ruggiero

ABBIAMO REGISTRATO LA TELEFONATA MINATORIA DELL’UFFICIO RECUPERO CREDITI

Ringraziamo il presidente per la disponibilità che ha dimostrato sempre nel chiarire i vari dubbi sull’argomento .

IN ESCLUSIVA VINCE QUASI UN MILIONE DI EURO CONTRO LA BANCA


DIFFONDETE STIAMO RIVOLUZIANDO L’ITALIA

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.