PARMA AMICA DELLE BANCHE

pizzarotti-profumo-2

Il caso di laura ha raggiunto livelli nazionali,abbiamo raccolto 53 mila firme,ne ha parlato persino la repubblica ,sia il Sindaco Grillino Pizzarotti (o ex grillinoancora non capiamo ) sia la Gazzetta di Parma non né ha parlato

Mi chiamo Laura e ho 40 anni, da quasi due sono malata di cancro al seno, malattia per la quale ho subito l’amputazione e sono in attesa della ricostruzione. Avendo ridotta attività lavorativa anche il mio stipendio si è ridotto e tra rata del mutuo e bollette sopravvivo a malapena, sola con la mia gatta.

Sino al 2008 stavo bene, quell’anno però chiesi un prestito alla banca per poter traslocare, dalla Sicilia, i miei genitori anziani, invalidi e nullatenenti. Il prestito serviva a coprire le spese del trasloco, la caparra per l’immobile da affittare e il cambio dell’auto per poterne averme una, seppur usata, idonea al trasporto di persone con gravi difficoltà motorie.

Nel 2010 mio padre si ammalò gravemente di tumore e in pochi mesi venne a mancare quindi mia madre si trasferì da me e ci ritrovammo a vivere in due nel mio bilocale di 35mq calpestabili. Nel 2011 improvvisamente anche mia madre venne a mancare e oltre al dolore, mi ritrovai a pagare un secondo funerale. Nel 2012 mi diagnosticarono il cancro e mi ritrovai anche a non aver più materialmente i soldi per comprarmi da mangiare, smisi dunque di pagare la Fineco bank. La banca avviò una procedura di riscossione tramite tribunale e al momento la procedura è arrivata all’atto di pignoramento dell’immobile che deve solo diventare esecutivo. Tutto questo per un debito di 12.300 euro maggiorato dagli interessi.

Con l’associazione DECIBA abbiamo inviato una lettera raccomandata alla sede legale della Fineco in cui ci mostravamo disposti ad un incontro per stabilire un pagamento mensile, ma l’unica risposta ricevuta è stata l’atto di pignoramento e la fattura del commercialista per le spese legali (1000euro).

Ho chiesto soltanto di poter sopravvivere in casa mia e mi sono dimostrata propensa a pagare il mio debito con un importo equo…

Mi rivolgo a chi prende le decisioni nella Fineco bank: mettetevi la mano sul cuore e date la possibilità alla gente onesta di rimanere tale e ottemperare ai propri debiti con serenità ed equità.

Qui la petizione

http://www.change.org/p/fineco-bank-non-pignorate-la-casa-a-una-malata-di-cancro

Qui l’articolo della repubblica

http://la.repubblica.it/saluteseno/news/la-storia-di-laura/3986/

A questo caso hanno partecipato oltre 50 blogger Italiani,abbiamo spedito email anche al sindaco Federico Pizzarotti ma evidentemente non andava l’email o il fax (come il caso dell’alluvione a Parma) eppure vediamo che partecipa a feste e festicciole e stringe le mani a presidenti di Banche .

pizzarotti-profumo-2

http://www.parmatoday.it/cronaca/profumo-pizzarotti-monte-paschi-siena.html

Ricordiamo che il Sindaco Federico ha rifiutato di controllare il conti correnti del comune ,la richiesta è stata fatta allo scopo di capire il reale debito che il comune di Parma avesse nei confronti delle banche ,risposta : sono documenti privati e non possono avere accesso . Ricordiamo che Pizzarotti è dipendente Credem,ricodiamo che noi non siamo del PD E neppure del PDL,chiariamo per i complottisti.

Ricordiamo che il “pizza” non ha diffidato equitalia come da progetto del movimento 5 stelle,non ha fermato l0inceneritore ,ha aumentato le tasse asili,ha comprato una macchina che controlla le auto dei poveretti che hanno un fermo amministrativo,ma tutto questo non sarò colpa sua naturalmente.

La Gazzetta di Parma basta guardare chi sono i soci e ci rendiamo conto che tipo di informazione né può uscire,detto questo anche senza il vostro aiuto Laura è riuscita a vincere contro la banca .

COMPLIMENTI “PIZZA”

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.