Un referendum, un potere del popolo ????

referendum-2
Le Borse europee aprono la settimana sotto le vendite dopo l’esito del referendum di ieri in Grecia che ha visto una schiacciante vittoria dei “no” (oltre il 61%).
Di fatto, i cittadini ellenici hanno così respinto le condizioni poste dai creditori internazionali nel piano di salvataggio. Si attende ora una ripresa delle trattative con l’Europa. E proprio per agevolare il raggiungimento di una intesa si è dimesso il ministro delle Finance greco, Yanis Varoufakis. Intanto i mercati rimangono alla finestra in attesa della mossa della Banca centrale europea in tema di liquidità.
Domani è stato invece convocato un meeting straordinario dell’ Eurogruppo. Con queste novità si sono risvegliati i listini continentali che seguono la strada dei ribassi: a Parigi il Cac40 cede l’1,28% a 4.746,91 punti,
il Dax di Francoforte lascia sul terreno l’1,08% a 10.938,90 punti,
anche a Londra, dove il Ftse100 perde quasi l’1% a 6.543,56 punti.
Per quanto riguarda Milano anche Piazza Affari apre in netto calo: l’indice Ftse Mib perde il 2,47% a 21.951,25 punti, dopo circa un’ora dall’inizio delle contrattazioni.

referendum-3

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.