Perchè la banca continua a rubare ? L’esperto risponde

deciba_banca_diritto_bancario _gaetano_vilno

In un’epoca dove l’informazione non cè solo per chi non la cerca la domanda più frequente è:

Perché la banca continua a commettere illeciti e reati ?

Abbiamo chiesto a uno dei massimi esperti Italiani nel settore

Presidente DECIBA Dott.Gaetano Vilnò

www.deciba.it

Sicuramente l’informazione oggi è possibile averla adeguatamente,la differenza è la fonte.

Noi spesso troviamo quello che cerchiamo,accade anche per la vita privata,per avvallare la nostra teoria cercheremo qualcuno o qualcosa che ci dia ragione,sicuramente troveremo qualcuno che ci da ragione,persino il cannibalismo trova una ragione in alcune teorie.

Mettersi in in discussione e accettare di avere torto è la prima regola di una adeguata informazione ,quando parliamo di grandi Lobby è normale che abbiamo in mano parte dei grandi Media,difficilmente nei Media Nazionali troverete persone che danno soluzioni,troveremo persone che parlano di problemi o di fatti già accaduti,avete mai notato qualcuno che parla di come prevenire i problemi ? esatto,molto difficile .

Noi ci occupiamo di banche,abbiamo ottenuto risultati unici in Italia,abbiamo salvato aziende e famiglie dal baratro,eppure non siamo ricchi e nessuno ci chiama come “esperti del settore” anzi si trovano anche competitor commerciali o persone invidiose pronte a mettere in discussione dati oggettivi,risultati .

Oggi come ieri chi ha l’arma dell’informazione e della cultura sopravvive,qualcuno diceva” i ricchi hanno libri in casa i poveri televisioni” questa frase provocatoria ha la sua verità.

Politicamente la demagogia crea più consenso,dire che la colpa è di qualcuno che non sei tu è sempre stato molto efficace,piace,conferma che non trovi lavoro non perché sei un nulla facente e non hai qualità professionali o ti alzi a mezzogiorno ma per COLPA di tutto il resto del Mondo .

David Dunning- Kruger insegna,se l’ignoranza prende forza sulla cultura il risultato è quello che vediamo .

Abbiamo “esperti” che non sono esperti ,abbiamo rappresentanti Politici che votiamo da 30 anni un LOPP che si ripete nel tempo,l’unica domanda che dovremmo “meglio cambiare il mio atteggiamento meglio cambiare strada ” ecco la soluzione .

La Banca e le ingiustizie in generale continua ad esserci per questo motivo,nessuno controlla e denuncia i fatti,la percentuale di Aziende e cittadini che controllano la banca è davvero bassa,eppure ci sono Leggi e sentenze che danno clamorosamente torto alla Banca quando sbaglia.

Purtroppo il servizio Pubblico dovrebbe informare adeguatamente ma sappiamo che questo non accade,l’unica salvezza è fare ricerche e informarsi ,questo era ed è l’unica soluzione alla salvezza,la cultura.

Siamo in un Paese clientelare,l’aria che si respira non è il merito ma la conoscenza di qualcuno che ci inserisca da qualche parte a lavorare,spesso vediamo posizioni manageriali di alto rilievo sociale con nessuna competenza,questo favorisce i furbetti e punisce la brave persone che studiano ma non trovano una giusta strada pur facendo sacrifici .

Guardano il passato e il presente non credo le cose cambieranno,quello che dobbiamo decidere e dove stare noi,cosa farne della nostra vita sociale ed economica,possiamo aspettare che qualcuno ci risolva i nostri problemi,oppure alzarci ed iniziare a pensare di risolverci da soli i nostri problemi .

Per cambiare lo “stato” delle cose basta cambiare noi stessi,le soluzioni ci sono,se domandi tutte le Aziende Italiane controllassero i propri rapporti bancari cambierebbe L’economia Italiana,probabilmente tutti avrebbero più denaro e probabilmente più posti di lavoro.

Se questo non accadrà la Banca continuerà a dare soldi ad amici di amici e quando si troverà in difficoltà chiederà soldi ai correntisti e allo STATO,questo sistema ha impoverito la piccola impresa e agevolato i grandi Imprenditori,in brave i Ricchi diventato sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri .

Se cambiano il punti di vista cambia il nostro mondo.

Provate ad immaginare se domani controllassimo tutti il nostro rapporto bancario

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.