Movimentorevolution ci becca ancora Indagine a 5 stelle

pensa

Le nostre proiezioni sono eccellenti ,unici in Italia,abbiamo dato i sondaggi per il grande successo del Movimento 5 stelle

qui il video

Abbiamo dato i sondaggi per il calo vertiginoso del Movimento del comico
http://www.movimentorevolution.it/?p=519&preview=true&preview_id=519&preview_nonce=e5d72219a9

Riusciamo a darvi queste notizie grazie ad un’attenta analisi,vengono fatto incroci di dati che i sondaggisti non ne hanno neanche idea,la rete ha tutto,basta saper cercare.

Il Movimento 5 stelle è finito,la politica dovrà trovare una soluzione,senza intervento di una nuova classe politica l’assenteismo diventerà insostenibile. Oggi abbiamo già le proiezioni,possiamo verificare in quanti non hanno votato,possiamo verificare la percentuale in continuo aumento.

Berlusconi dovrà rinnovare la propria classe politica,il PD pure,questa avarizia politica costerà molto cara,ci sarà un crollo generale di tutta l’attuale politica . Beppe Grillo è durato poco,le bufale del comico non sono più credibili,fare business attraverso la disperazione della gente è immorale,la rete lo sta punendo .

beppe grillo

Vediamo Grillo che elogia Parma per la trasparenza,Parma è l’esempio della catrastrofe del 5 stelle,nessuna promessa mantenuta,aumento delle tasse,inceneritore accesso,amici di amici messi al comando .

Interessante articolo
Beppe Grillo perde 2/3 dei voti

http://www.affaritaliani.it/politica/il-m5s-perde-due-terzi-dei-voti-val-d-aosta-choc-per-grillo270513.html?refresh_ce

Vi lasciamo con questa interessante indagine che arriva dalla rete ,vi aiuterà a capire meglio come è stato ben congeniato il prodotto a 5 stelle

inchiesta 5 stelle

NOTA: PER EVITARE DI ANDARE ACCIDENTALMENTE SUL SITO DI GRILLO E’ STATO AGGIUNTO “STOP” AI LINK. PER RENDERE I LINK FUNZIONANTI OCCORRE RIMUOVERE “STOP” DAGLI STESSI.

INCHIESTA SULLA GESTIONE FONDI DEL “MOVIMENTO 5 STELLE”

di Casa della Legalita onlus, Genova 24 maggio 2013

Ne abbiamo già parlato più volte.
Torniamo sulla questione perché non è che se si è “nuovi” si può fare quello che si vuole, in sfregio alle norme, soprattutto quando si fa della correttezza e della trasparenza la propria bandiera.
Lo facciamo ora con una dettagliata e documentata inchiesta.

PREMESSA GENERALE

Il “MOVIMENTO 5 STELLE” ha sede in Genova, Via Roccatagliata Ceccardi 1/14.

E’ stato formalmente costituito in data 14 dicembre 2012 presso Via Cerccardi 4/9 a Genova,
davanti al Notaio FILIPPO D’AMORE (Notaio in Cogoleto, iscritto presso il Collegio Notarile dei
Distretti Riuniti di Genova e Chiavari).

Come si evince dall’ATTO COSTITUTIVO [ALLEGATO 1], Repertorio n. 3442 – Raccolta n.
2689 – Registrato a Genova 2 il 18/12/2012, i soci fondatori sono:


Giuseppe detto “Beppe” GRILLO, nato a Genova il 21 luglio 1948 ed ivi residente in via
dei Marsano n. 8;

Enrico GRILLO, nato a Genova il 13 maggio 1970, residente in Savignone (GE), via Corsa
di Vergagni n.1;

Enrico Maria NADASI, nato a Genova il 5 giugno 1967 e residente a Torriglia (GE),
località Marzano, Via Torriglia n. 3A.
Sempre dall’ATTO COSTITUITIVO si evince che:

“Per i primi tre anni vengono chiamati a comporre il Consiglio Direttivo i comparenti
signori:


Giuseppe GRILLO, Presidente

Enrico Grillo, Vice Presidente

Enrico Maria Nadasi, Segretario”
Dallo STATUTO ufficiale [ALLEGATO 2], allegato all’ATTO COSTITITUVO, si evince che:

“Il Patrimonio dell’Associazione è costituito:


dalla quota annuale versata dagli associati;

dai contributi volontari di persone fisiche, Enti Pubblici e Privati;

da sovvenzioni dello Stato, della Regione o di Enti sopranazionali;

da eventuali proventi derivanti dalla fornitura di servizi;

da donazioni e lasciati testamentari.
L’Associazione non ha fini di lucro e persegue i propri scopi grazie all’attività prestata
volontariamente dai propri soci.
Eventuali donazioni, elargizioni, erogazioni liberali, disposizioni testamentarie e contributi
che dovessero essere effettuate effettuate i favore dell’Associazione costituiranno un fondo
autonomo di proprietà dell’Associazione medesima, la cui amministrazione e gestione
competerà al Presidente.”
Appare evidente, dal contenuto dell’ATTO COSTITUTIVO e dello STATUTO, che il
“MOVIMENTO 5 STELLE” (di cui è allegato e depositato anche il SIMBOLO [ALLEGATO 3])
è il “MOVIMENTO 5 STELLE” che presenta liste alle elezioni amministrative, alle elezioni
regionali e parlamentari della Repubblica Italiana.

Inoltre, il Programma del “MOVIMENTO 5 STELLE”, così come il SIMBOLO (anche registrato
dallo stesso Giuseppe “Beppe” Grillo all’Ufficio Brevetti), è stato depositato al MINISTERO

DELL’INTERNO per la presentazione della lista alle elezioni politiche dello scorso febbraio1.

Dalla lettura dello STATUTO si comprende, senza ombra di dubbio, che il “MOVIMENTO 5
STELLE” è un unica struttura. Non ha altri organismi e responsabili oltre a quelli indicati
nell’ATTO COSTITUTIVO, così come ha un solo AMMINISTRATORE/TESORIERE che
coincide con il PRESIDENTE, ovvero Giuseppe “Beppe” GRILLO.
Non ha una struttura federativa, con articolazioni locali (come, ad esempio, la LEGA NORD o
il PD che hanno per Statuto, una struttura federativa, in cui ogni singola articolazione regionale del
partito ha un proprio Statuto, codice fiscale, Bilancio e organismi dirigenti e di garanzia, così come
le strutture provinciali).

Inoltre in “MOVIMENTO 5 STELLE” con l’attuale STATUTO, e la conseguente organizzazione,
non ha alcun organismo di garanzia (i c.d. Garanti) e nemmeno alcun organo di controllo quali, ad
esempio, i Revisori.

L’organo ufficiale di informazione del “MOVIMENTO 5 STELLE” è (per STATUTO e ATTO
COSTITUTIVO) il sito di Beppe Grillo.
Infatti, sia nello STATUTO che nell’ATTO COSTITUTIVO viene indicato l’indirizzo internet
www.beppegrilloSTOP.it/movimento5stelle (che digitato viene dirottato su:
http://www.beppegrilloSTOP.it/movimento). Nel “CODICE DI COMPORTAMENTO ELETTI
MOVIMENTO 5 STELLE IN PARLAMANTO”2 [ALLEGATO 4] si precisa che: “Lo strumento
ufficiale per la divulgazione delle informazioni e la partecipazione dei cittadini è il sito
www.movimento5stelleSTOP.it”.

Da una verifica online il dominio www.movimento5stelleSTOP.it (di cui è titolare Giuseppe “Beppe”
GRILLO) poggia sullo stesso server di www.beppegrilloSTOP.it/movimento5stelle (ovvero
www.beppegrilloSTOP.it/movimento), cioè il server del sito principale rappresentato dal blog:
www.beppegrilloSTOP.it, nonché del sito di vendite online gestite da BEPPE GRILLO e dalla società
“CASALEGGIO ASSOCIATI” www.grilloramaSTOP.it [vedesi ALLEGATI 53, 64 e 75].
Digitando il DNS relativo al dominio dell’organo ufficiale dei Parlamentari della Repubblica, eletti
nella lista del “MOVIMENTO 5 STELLE”, ovvero il “cslweb01.beppegrilloSTOP.it” si apre la pagina
internet “www.beppegrilloSTOP.it”.

1 Link diretto:

http://www.interno.govSTOP.it/mininterno/export/sites/default/it/assets/files/25_elezioni/6_MOVIMENTO_5_STELLE.PDF
2 Link diretto: http://www.beppegrilloSTOP.it/movimento/codice_comportamento_parlamentare.php
3 Link diretto: http://toolbarSTOP.netcraftSTOP.com/site_report?url=http://www.movimento5stelleSTOP.it
4 Link diretto: http://toolbarSTOP.netcraftSTOP.com/site_report?url=beppegrilloSTOP.it
5 Link diretto: http://toolbarSTOP.netcraftSTOP.com/site_report?url=grillorama.beppegrilloSTOP.it

1. FONDI IN ENTRATA
Il “MOVIMENTO 5 STELLE”, che rifiuta i rimborsi elettorali ma non i fondi stanziati per le
attività istituzionali dei gruppi consiliari nei COMUNI e nelle REGIONI, nonché quelli per i
gruppi parlamentari, gestisce quindi anche soldi pubblici stanziati per l’espletamento del
mandato elettorale.

Il “MOVIMENTO 5 STELLE” raccoglie poi donazioni, ovvero elargizioni liberali, così come gli
altri partiti. Tali fondi vengono raccolti anche attraverso il blog di Beppe Grillo e collegato sito del
MoVimento 5 Stelle (come evidenziato dalle pagine per la raccolta donazioni online6) [ALLEGATI
8 e 9], attraverso bonifici bancari, paypal e versamenti con carte di credito. Tali introiti, risultano
quindi “TRACCIABILI” e, anche se non vengono pubblicati online i nominativi dei donatori,
risultano verificabili dalle Autorità preposte.

In parallelo agli introiti del “MOVIMENTO 5 STELLE” raccolti attraverso il blog di Beppe
Grillo / Movimento 5 Stelle, vengono poi raccolti ulteriori fondi per il “MOVIMENTO 5
STELLE” attraverso molteplici altri canali.

Tra questi altri canali di raccolta fondi per il “MOVIMENTO 5 STELLE” vi sono:


vendita gadget (magliette, berretti, ombrelli, felpe, etc) effettuata da privati cittadini;

raccolta donazioni in denaro contante effettuata da privati cittadini;

raccolta donazioni su conti correnti bancari, conti paypal, altri conti online e postepay,
intestati a privati cittadini;


iscrizioni e donazioni ad associazioni varie locali che richiamano nel proprio
nominativo quello del “MOVIMENTO 5 STELLE” ma non sono il “MOVIMENTO 5
STELLE”, quindi da associazioni private esterne e non collegate;

accantonamenti dei fondi di alcuni eletti (conseguenti alla c.d. “rinuncia” di parte dei
gettoni/stipendi), gestiti su conti di privati;

raccolta donazioni attraverso MANDATATI ELETTORALI locali delle liste/candidati
(che però devono essere limitati al solo periodo elettorale, attraverso conti specifici e
rendicontati a livello locale al termine delle Elezioni)

Tutte queste ENTRATE di donazioni e sottoscrizioni che i cittadini versano (in contanti o con
bonifici e/o versamenti) non vengono TRACCIATI nel Bilancio del “MOVIMENTO 5
STELLE” (le uniche rendicontazioni risulterebbero essere quelle dei MANDATI ELETTORALI a
livello locale). E questo configura, ad ogni evidenza, una gestione scorretta e non conforme
alle normative vigenti (sia per i c.d. “partiti”, sia per le “associazioni”, siano essere
riconosciute o non-riconosciute).

Inoltre, il “MOVIMENTO 5 STELLE” risulta essere stato formalmente costituito, con i propri
organismi, tra cui l’Amministratore/Tesoriere, solo – come abbiamo visto – nel dicembre 2012, ma
già in precedenza venivano raccolti fondi e gestiti fondi, derivanti da donazioni, a nome del
“MOVIMENTO 5 STELLE”, sempre, a livello locale, con le diverse metodologie poc’anzi indicate,
e promosse da privati cittadini, su conti o carte private, senza, quindi possibilità di verifica,
mancando ogni TRACCIBILITA’, delle entrate (così come delle uscite), non essendo indicante in
alcun BILANCIO.

Infatti tali fondi raccolti, prima e dopo le campagne elettorali locali, o anche in assenza di campagne
elettorali locali, non potevano certo essere “rendicontate” dai “committenti responsabili” delle
campagne elettorali delle varie liste locali.

Link diretto: http://www.beppegrilloSTOP.it/movimento/donazioni/

Appare quindi evidente che esista una CONTABILITA’ ufficiale, circoscritta ai fondi raccolti
attraverso il BLOG di Grillo e del Movimento 5 Stelle, ed una CONTABILITA’ non ufficiale
che invece riguarda tutti gli altri introiti derivanti dalle iniziative e raccolte fondi effettuate
sul territorio.

Una gestione di questo tipo, effettuata attraverso movimentazioni su conti intestati a privati e/o
associazioni diverse dal “MOVIMENTO 5 STELLE”, rappresenta una sorta di fondo in nero a
disposizione del “MOVIMENTO 5 STELLE”.

2. FONDI IN USCITA
Il “MOVIMENTO 5 STELLE” ha quindi uscite per spese che vengono sostenute dal c.d. “STAFF
DI BEPPE GRILLO”, come quelle che sono state presentate come “RENDICONTAZIONE
DELLO TSUNAMI TOUR” [ALLEGATO 10]7 ma anche altre spese che vengono pagate con i
fondi che in tale rendiconto non sono indicati (GRILLO ha infatti conteggiato solo le donazioni
raccolte attraverso il BLOG) e che vengono gestiti da persone senza cariche nel “MOVIMENTO 5
STELLE” che gestiscono conti personali (bancari e online) oltre anche a tessere postepay personali,
e che effettuano pagamenti del “MOVIMENTO 5 STELLE” facendoli fatturare a semplici persone,
ovvero non al “MOVIMENTO 5 STELLE”, come meglio vedremo nel 5 capitolo.

Appare evidente che una spesa sostenuta con fondi del “MOVIMENTO 5 STELLE” raccolti
attraverso donazioni di cittadini al “MOVIMENTO 5 STELLE” non possa essere fatturata a
nome di “tizio” o “caio”, piuttosto che di qualche società. Così come non è possibile che da
conti privati vengano effettuati pagamenti per conto del “MOVIMENTO 5 STELLE”.

Tale problematica, già evidente per le spese sostenute in occasione delle elezioni
amministrative, comunali e regionali, precedenti al dicembre 2012, appare in tutta la sua
irregolarità con quelle sostenute per le elezioni politiche dello scorso febbraio.

Beppe GRILLO sul blog ufficiale, in data 11 aprile 2013, postava il “RENDICONTO DELLO
TSUNAMI TOUR”8 e, nella presentazione, scriveva: “Il MoVimento 5 Stelle ha finanziato la sua
campagna elettorale con le micro donazioni volontarie di 27.943 cittadini. Grazie a loro il M5S ha
raccolto 774.208,05 euro, ne sono stati spesi 348.506,49. La differenza sarà devoluta ai terremotati
dell’Emilia Romagna. Le voci di spesa rendicontate sono pubblicate qui, insieme alla lista dei
donatori con relativo contributo. Si ringraziano i fornitori che hanno deciso di non richiedere
alcun compenso.” [ALLEGATO 10].

Questo è il “RENDICONTO” pubblicato da Giuseppe “Beppe” GRILLO [ALLEGATO 119]:

Spese : Rendiconto spese

Importo Descrizione
€ 5.005,20 Progettazione grafica
€ 59.562,47 Manifesti elettorali
€ 52.009,00 Palco San Giovanni -Roma
€ 10.540,84 Streaming
€ 4.826,25 Videomaker
€ 140.749,23 Consulenza legale/tributaria
€ 10.445,24 Spostamenti Tsunami
€ 1.510,08 Spot elettorali
€ 50.000,00 Google Adwords
€ 3.603,00 Incontri eletti post elezioni
€ 3.634,84
Hardware-Parabola /
connessione satellitare
€ 4.782,85 Camper
€ 1.669,80 Brand Camper
€ 167,69 Spese bancarie

7 Link diretto: http://www.beppegrilloSTOP.it/movimento/donazioni/ (selezionando “donazioni effettuate”)
8 Link diretto: http://www.beppegrilloSTOP.it/2013/04/rendicontazione_delle_spese.html
9 Link diretto: http://www.beppegrilloSTOP.it/movimento/donazioni/ (selezionando “spese sostenute”)

Da questo post di GRILLO si comprende, con ogni evidenza, ed al di là di ogni possibile dubbio,
che in quello che Beppe GRILLO, presidente ed amministratore del “MOVIMENTO 5 STELLE”,
dichiara essere il RENDICONTO DELLO TSUNAMI TOUR”, vi sono solo conteggiate le
DONAZIONI raccolte dal BLOG e non quindi tutte quelle raccolte su altri conti correnti, su altri
conti paypal, su postepay ed in contanti a livello locale (e che si dettaglieranno, a campione, nel
capitolo 5), o quelli raccolti in contanti e con vendite di gadget. Allo stesso modo vengono
conteggiate le spese sostenute direttamente dal c.d. STAFF DI GRILLO e non quelle sostenute a
livello locale con quei fondi che, non essendo tracciabili ed essendo gestiti da “privati”, non quindi
dal “MOVIMENTO 5 STELLE”, si possono considerare “in nero”.

Lo TSUNAMI TOUR infatti ha avuto 87 TAPPE, ma Beppe GRILLO nel RENDICONTO
indica solo le spese sostenute per UNA SOLA TAPPA, nazionale, quella a Roma (per la
chiusura della campagna elettorale), oltre alle spese di viaggio con il camper di Grillo e di
parte del materiale di propaganda.

Per fare un solo esempio, relativo ad un dato certo a nostra conoscenza, si deve ad esempio
considerare che in occasione della TAPPA dello “TSUNAMI TOUR” a SAVONA, con il comizio
in Piazza Sisto di Giuseppe “Beppe” GRILLO, sono state raccolti fondi in contanti per una cifra
superiore a 10.000 euro. Tale “successo” veniva vantato da alcuni militanti con il giornalista Mario
Molinari. Inoltre per tale TAPPA a Savona del TOUR elettorale di Grillo, sono stati certamente
spese circa 2.000 euro per l’impianto audio, noleggiato dalla ditta “Condor Services” (a persona
da noi incaricata di una verifica presso tale service i responsabili hanno comunicato che l’impianto
noleggiato per Grillo ha un costo di 2.500 euro ma, avendo effettuato i volontari del
“MOVIMENTO 5 STELLE” il facchinaggio, la spesa si riduceva di qualche centinaio di euro).
Di questo nel rendiconto dello “TSUNAMI TOUR” pubblicato da GRILLO non vi è traccia, né
rispetto alle entrate delle donazioni raccolte in contanti, né delle spese sostenute!

Le spese sostenute con i fondi raccolti a livello locale, durante le tappe del TOUR e le altre attività
(vendita gadget, raccolta fondi in contanti, raccolta donazioni su conti bancari, paypal e postepay),
ovvero noleggi palchi, noleggio impianti audio, stampe volantini e manifesti, affitti point elettorali,
ed altro, non sono indicati in alcun modo nelle SPESE.
Ciò vale, inoltre, per tutte le spese sostenute a livello locale, nelle varie regioni e città, dal
“MOVIMENTO 5 STELLE”, prima e dopo la campagna elettorale per le elezioni politiche (lo
TSNUNAMI TOUR), ovvero per tutte le altre attività dello stesso, ivi comprese le campagne
elettorali per le Regionali e le amministrative per le liste del “MOVIMENTO 5 STELLE” nei
diversi Comuni.

In alcuni casi, avendo sollevato la questione pubblicamente, ci è stato risposto che parte delle
delle spese locali sarebbero state pagate direttamente da terzi, come contributo al
“MOVIMENTO 5 STELLE”. Ciò, se confermato, rappresenterebbe una ulteriore grave irregolarità,
in quanto chi (persona singola o società) intende contribuire alle spese di un Partito/Movimento
politico deve donare le somme a questi o al Comitato Elettorale di questi, con TRACCIABILITA’, e
poi è il Partito/Movimento o suo Comitato Elettorale che procede alle spese.

3. FONDI PUBBLICI DERIVANTI DA ATTIVITA’ ISTITUZIONALI
Il “MOVIMENTO 5 STELLE” ha a propria disposizione anche FONDI PUBBLICI derivanti
dai budget destinati alle attività istituzionali dei gruppi consiliari.

Come si evince dai Bilanci della REGIONE EMILIA-ROMAGNA, della REGIONE
PIEMONTE, della REGIONE SICILIA, della REGIONE MOLISE, della REGIONE
LOMBARDIA, le Assemblee Legislative regionali stanziano fondi pubblici che vengono destinati
ai gruppi consiliari che li gestiscono autonomamente. Analogo stanziamento di fondi viene
effettuato anche dai principali COMUNI per le attività dei gruppi consiliari che, anche in questo
caso, li gestiscono autonomamente.

Tali fondi pubblici sono destinati all’espletamento di attività istituzionali e non dovrebbero in
alcun modo essere utilizzati per attività politiche del partito/movimento.

Prendendo, ad esempio, il budget del GRUPPO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA del
“MOVIMENTO 5 STELLE” si erano notate pesanti storture nella gestione di questi fondi,
dalle finalità “ISTITUZIONALI” a quelle prettamente “POLITICHE”.

Tale valutazione si basava sull’analisi del Bilancio dei Gruppi pubblicato dalla REGIONE EMILIAROMAGNA
[ALLEGATO 12] e da quanto dettagliato dallo stesso Gruppo del “MOVIMENTO 5
STELLE” [ALLEGATO 13] che consistono nei dati relativi all’anno 2011.

Per citare un esempio eclatante, della stortura nell’utilizzo di tali fondi -in considerazione che i
fondi stanziati dovevano essere utilizzati per “ATTIVITA’ ISTITUZIONALI” e che il gruppo in
Regione del “MOVIMENTO 5 STELLE” è di 2 (due) consiglieri – è la spesa di 5.000 euro per 30
cavalletti per banchetti, kit banchetti, 30 megafono, tavolo, 120 sedie, radio-microfoni. Appare
con ogni evidenza che tale spesa non è per “attività istituzionale”, bensì per attività dei gruppi
territoriali del “MOVIMENTO 5 STELLE”.

Vi è poi, per fornire un ulteriore esempio, i fondi utilizzati per l’acquisto di spazi radio/tv, con
interviste a pagamento, per un totale di 6.252,42 euro. Su questo specifico punto, a quanto risulta
pubblicamente è stata aperto un fascicolo dalla Procura di Bologna in merito a tale utilizzo dei fondi
(da parte di più gruppi e non solo del M5S) per l’acquisto di spazi radio/tv10, così come anche il
Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti ha adottato misure disciplinari (sospensioni e censure) a carico
dei giornalisti che si prestavano a tale pratica. In merito a questo ultimo aspetto appare di rilievo
richiamare che la sanzione più pesante emessa dall’Ordine dei Giornalisti è stata per Dario
PATACCINI11 che, risulta palesemente, tra i principali supporter del “MOVIMENTO 5 STELLE”.

Risultavano poi un complesso di spesa dei “FONDI ISTITUZIONALI” per la stampa e
distribuzione di volantini del “MOVIMENTO 5 STELLE”, per un totale di 14.526,96 euro,
nonché di circa 4.000 euro per affitti sale e iniziative del “MOVIMENTO 5 STELLE”.

Tutto questo mentre erano irrisorie (come si evince dal già citato ALLEGATO 13) le spese per le
attività di supporto all’iniziativa ISTITUZIONALE del gruppo regionale (consulenze, studi, visure,
etc).

10 http://bologna.repubblicaSTOP.it/cronaca/2012/09/28/news/inchiesta_in_emilia-romagna_sui_fondi_ai_gruppi_consiliari

43457015/
11 http://corrieredibologna.corriereSTOP.it/bologna/notizie/cronaca/2013/8-maggio-2013/interviste-pagamento-sospesi

pattacini-mazzoni-2121040009645.shtml

4. FONDI ACCANTONATI DALLE INDENNITA’ ISTITUZIONALI
Il “MOVIMENTO 5 STELLE” ha poi utilizzo di fondi derivanti dall’accantonamento delle
indennità dei Consiglieri Regionali. Nel caso in esame, relativo all’EMILIA-ROMAGNA, si può
quindi acquisire che tali fondi vengono gestiti su conti correnti non intestati al “MOVIMENTO 5
STELLE” bensì ai Consiglieri Regionali FAVIA e DEFRANCESCHI (ora al solo Andrea
DEFRANCESCHI, a seguito dell’espulsione di Giovanni FAVIA dal M5S).
Tali fondi vengono utilizzati per FINANZIARE attività politiche ed elettorali del “MOVIMENTO 5
STELLE” in diverse città d’Italia, come già avvenuto nel 2011, ad esempio, per le spese della
LISTA 5 STELLE – BEPPE GRILLO al COMUNE DI SAVONA.

Anche in questo caso la fonte dei dati è lo stesso “MOVIMENTO 5 STELLE” [ALLEGATO 14]12.
Questi dati sono relativi al periodo che va dalla elezione del Consiglio Regionale dell’Emilia-
Romagna sino al 31 dicembre 2012.

In questo caso apprendiamo che:

a) sono state effettuate da FAVIA e DEFRANCESCHI (in quanto i conti correnti sono a loro
intestati, non quindi del “MOVIMENTO 5 STELLE”) elargizioni liberali per 24.674,40 per
le campagne elettorali di liste del “MOVIMENTO 5 STELLE”;

b) 137.959,33 euro spesi per le “USCITE PER SPESE PERMESSE DALL’ASSEMBLEA
REGIONALE M5S”, ovvero spese per il “MOVIMENTO 5 STELLE” effettuate dai conti di
FAVIA e DEFRANCESCHI.

Nel dettaglio da loro stessi indicato si legge ad esempio:

“Copertura spese campagna elettorale regionale 2010
Il tavolo tecnico, prima di sciogliersi, ha lasciato la possibilità al budget extrastipendio di
coprire spese legate alla campagna elettorale per le regionali del 2010.
4.790,63”

“Spese extra gruppo
Sono le spese necessarie, ma che per motivi tecnici-legali non sono pagabili dal gruppo
assembleare. In questo caso si è trattato delle fatture telefoniche ed internet mobile, che
hanno potuto essere intestate al gruppo assembleare solo a fine 2010.
1.824,33”

“Acquisto materiale e spese Woodstock a Cesena 2010
· pettorine 1.218,00
· sacchetti 181,13
· pubblicità radio dell’evento 4.405,16
· materiale di consumo 282,90
· utilizzo attrezzature 241,02
6.328,21”

“Elargizioni liberali per la campagna elettorale 2011
L’assemblea degli eletti nel mese di febbraio 2011, ha concordato di sostenere i
rimborsi delle spese base.
Arezzo 1.000,00
Bologna 2.340,00

12 Link diretto: http://trasparenza.emiliaromagna5stelleSTOP.it/images/pdf/_resoconto%20extrastipendi_2012_12_31pdf%20sito.pdf

Cagliari 1.000,00

Castellarano RE 190,00

Cento FE 800,00

Cesenatico FC 900,00

Codigoro FE 500,00

Finale Emilia MO 290,00

Grosseto 1.000,00

Napoli 2.200,00

Ravenna 1.960,00

regionali Molise 2.000,00

Rimini 1.781,40

Rottofreno PC 625,00

Rovigo 1.000,00

Sala Baganza PR 540,00

Salerno 1.000,00

Salsomaggiore PR 420,00

San Martino in Rio RE 153,00

Savona 1.000,00

Siena 1.000,00

Tresigallo FE 475,00

Trieste 1.000,00

Varese 1.000,00

Vigarano Mainarda FE 500,00

NB La lista di Milano ha restituito il contributo”

Appare del tutto evidente anche da questo ultimo dato che il “MOVIMENTO 5 STELLE”,
struttura facente capo a Giuseppe “Beppe” GRILLO, abbia avuto negli anni precedenti alla
costituzione formale (dicembre 2012) in uso fondi in entrata ed in uscita senza che venissero
iscritti in alcun BILANCIO e senza che avessero una qualsivoglia ufficiale e formale
TRACCIABILITA’.

5. DONAZIONI, FONDI, CONTI E FATTURE LOCALI
Da un’analisi a campione che abbiamo effettuato, risulta – come abbiamo anticipato -che oltre ai
fondi raccolti con le “DONAZIONI” attraverso il BLOG di Giuseppe “Beppe” GRILLO
(beppegrilloSTOP.it e sottodomini), come abbiamo anticipato, il “MOVIMENTO 5 STELLE” ha
effettuato raccolte fondi in tutto il territorio nazionale attraverso:


vendita di gadget (magliette, spille, adesivi, berrettini, felpe, ombrelli, etc);

raccolta soldi in contanti;

raccolta di donazioni attraverso conti bancari personali;

raccolta di donazioni attraverso conti paypal personali e su altri conti online;

raccolta di donazioni attraverso tessere postepay personali.
Tutto questo senza che vi fosse una contabilizzazione da parte del “MOVIMENTO 5
STELLE”. Inoltre, come abbiamo visto, lo STATUTO non prevede cariche e organizzazioni
locali, e prevede un solo amministratore/tesoriere, ovvero Giuseppe “Beppe” GRILLO.
Anche il REGOLAMENTO INTERNO (ovvero il c.d. “NON-STATUTO -che vedremo nel
capitolo 8) non prevede in alcun modo che si possano raccogliere FONDI per conto del
MOVIMENTO 5 STELLE se non attraverso il BLOG.

Pertanto appare evidente che i fondi raccolti (sia prima della costituzione formale del
“MOVIMENTO 5 STELLE” -dicembre 2012 -sia successivamente, risultino fuori da ogni
TRACCIABILITA’) risultano versamenti (in contanti o con bonifici e versamenti online) tra privati,
quando invece erano fondi in ENTRATA del “MOVIMENTO 5 STELLE”.

Ciò, soprattutto dalla data di costituzione del “MOVIMENTO 5 STELLE”, rappresenta una sorta
di MOVIMENTAZIONE DI DENARO IN NERO, in quanto priva di contabilizzazione da parte
del “MOVIMENTO 5 STELLE” che, con ogni evidenza, era il soggetto a cui chi versava/donava
fondi intendeva destinare il proprio denaro.

A titolo di esempio si può infatti acquisire i seguenti dati, reperibili online:

a) i CONTI PAYPAL su cui vengono raccolte le “donazioni” locali sono intestati a persone
(come si evince dagli indirizzi e-mail) e non al “MOVIMENTO 5 STELLE”, pur venendo
indicati nominativi “territoriali” (o anche sorte di “segreterie”) che, come abbiamo visto dallo
STATUTO, non sono previsti in alcuna forma. [ALLEGATI 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22, 23]

Estremamente esplicativo è il caso della città di Genova. In questo caso sul modulo paypal
viene indicato “Movimento 5 stelle di Genova” [ALLEGATO 24] ma in realtà a gestire la
contabilità (così come la carta postepay dove effettuare i versamenti è Paolo BOTTARO
(“Donazioni ricevute Online: a tal fine sono a disposizione Una Carta Postepay dedicata
esclusivamente al M5S Ge intestata a Paolo Bottaro e un conto Paypal. Entrambi hanno un
limite massimo di € 2.500.” – “L’attuale responsabile è Paolo Bottaro”) [ALLEGATO 25].

L’ulteriore esempio riguarda la realtà di Torino. In questo caso il conto paypal, certamente
intestato ad una persona indica però chiaramente il SIMBOLO del “MOVIMENTO 5
STELLE” (rendendo evidente che i fondi raccolti su un conto paypal personale sono in realtà
fondi per il “MOVIMENTO 5 STELLE”) [ALLEGATO 26]. Guardando alle tabelle
riassuntive del conto paypal in questione si evince che ciò che viene raccolto sono
“donazioni”, con ogni evidenza per il “MOVIMENTO 5 STELLE” ma che non vengono
contabilizzati da questo [ALLEGATI 27 e 27-bis]

A Milano [già citato ALLEGATI 21] vi è un conto paypal che raccogli fondi per il
“MOVIMENTO 5 STELLE” e che ovviamente non è un conto del “MOVIMENTO 5
STELLE” (anche perché era stato attivato già prima della costituzione ufficiale di questo –
dicembre 2012) e che farebbe capo alla SEGRETERIA DEL GRUPPO CONSILIARE M5S
del COMUNE DI MILANO.

Si deve inoltre tenere presente che per aprire conti paypal di “associazioni” (siano esse
riconosciute o non riconosciute), ovvero non conti “personali”, in cui il titolare (e nominativo)
del conto è quello dell’associazione deve essere inviato, tramite il Legale Rappresentante,
l’Atto Costitutivo, lo Statuto, l’assegnazione Codice Fiscale, il verbale di nomina del legale
rappresentante, ed i documenti del legale rappresentante (carta d’identità e codice fiscale).
Quindi essendo il “MOVIMENTO 5 STELLE” un’unica struttura nazionale, di cui vi è solo
un Presidente, che è anche l’Amministratore/Tesoriere, è evidente che tali conti, utilizzati per
raccolte fondi a nome del “MOVIMENTO 5 STELLE” altro non sono che conti personali,
fuori dalla contabilità del “MOVIMENTO 5 STELLE”.
Diviene evidente, pertanto, che ogni movimento su conti paypal personali (ovvero intestati a
semplici persone o in taluni casi, come meglio vedremo, ad associazioni diverse dal
“MOVIMENTO 5 STELL” ma con nominativi affini) renda non tracciabili i fondi utilizzati
dal “MOVIMENTO 5 STELLE” e quindi non ne rendano possibile l’identificazione
dell’origine.
Inoltre, considerando che sino al dicembre 2012 il “MOVIMENTO 5 STELLE” non era
formalmente costituito, come potevano essere aperti conti paypal per il “MOVIMENTO 5
STELLE”? E’ evidente che ciò non era possibile e che quindi, il “MOVIMENTO 5 STELLE”
(associazione di fatto sino al dicembre 2012 ed associazione formalmente costituita dal
dicembre 2012) ha avuto in entrata e uscite fondi su conti paypal (ad ogni evidenza conti
intestati a persone o associazioni diverse dal “MOVIMENTO 5 STELLE”) che sfuggono da
ogni contabilità e TRACCIABILITA’.

Analogo discorso vale per i conti paypal intestati ad Associazioni diverse dal “MOVIMENTO
5 STELLE” ma che, con tali conti, gestiscono entrate ed uscite del “MOVIMENTO 5
STELLE” senza che, quindi, queste siano contabilizzate dal “MOVIMENTO 5 STELLE” e
quindi in assenza da parte di questo di trasparenza e tracciabilità dei fondi utilizzati. Questo è
il caso, ad esempio, del conto paypal utilizzato per il Piemonte e che, a quanto risulta
dall’indirizzo e-mail sarebbe gestito dalla Segreteria del Gruppo Regionale MOVIMENTO
5 STELLE della Regione PIEMONTE, e sarebbe formalmente intestato a “PROGETTI A
5 STELLE” [ALLEGATO 28].

Identico discorso vale certamente, ad esempio, per il conto online utilizzato a Siena. In questo
caso non si tratta di un conto paypal ma “kapipal” (utilizzato anche per la raccolta fondi
soprattutto in Sicilia) [ALLEGATO 29 e 29-bis]. Lo stesso risulta intestato all’Associazione
“SIENA 5 STELLE” il cui simbolo e Statuto richiamano con ogni evidenza il
“MOVIMENTO 5 STELLE” ma NON è il “MOVIMENTO 5 STELLE” e nemmeno
un’articolazione del “MOVIMENTO 5 STELLE” [ALLEGATO 30]13.

Per quanto concerne Napoli appare ancora che si sia davanti ad un “associazione” (sul
modello di quanto avviene a Siena ed in Piemonte) terza, sempre, ovviamente, esterna e non
articolazione del “MOVIMENTO 5 STELLE” ma che ha assunto il nominativo di
“MOVIMENTO 5 STELLE NAPOLI” e che ha tra i suoi fondatori il neo parlamentare
Roberto FICO [ALLEGATI 3114 e 31-bis15]. In questo caso sono stati attivati ben due conti

13 Link diretto: http://www.siena5stelleSTOP.it/associazione-siena-5-stelle/
14 Link diretto: http://www.beppegrilloSTOP.it/listeciviche/liste/napoli/sostienici.html
15 Link diretto: http://files.meetupSTOP.com/206790/atto%20cost.%20e%20statuto%20%205%20stelle%20napoli.pdf

online, uno con paypal ed uno con buonacausaSTOP.com (in questo caso usato per la campagna
elettorale del 2011) [ALLEGATI 32 e 33]
Restando in Campania appare poi dalla pubblicazione del MOVIMENTO 5 STELLE che vi
siano anche un paypal ed un conto corrente bancario gestiti a livello regionale su cui sono
stati raccolti, tra l’altro, i fondi per coprire le spese delle tappe campane dello “TSUNAMI
TOUR” [ALLEGATO 34]16. Anche in questo caso, quindi, si ha conferma che il
“RENDICONTO” pubblicato da GRILLO sullo “TSUNAMI TOUR” è falso, in quanto non
indica il complesso delle donazioni ricevute dal “MOVIMENTO 5 STELLE” (come quelle
raccolte, non si sa su quali conti) e non indica le spese sostenute dal “MOVIMENTO 5
STELLE” che, ad esempio, in Campania qualcuno ha però pagato.

b) allo stesso modo avviene per i conti correnti bancari o bancoPosta, anche perché nessuno
può aprire un conto corrente bancario a nome di un associazione (sia essa riconosciuta che
non riconosciuta) se non ne è il Legale Rappresentante. Quindi, anche in questo caso, i diversi
conti correnti aperti da singole persone, per raccogliere fondi e gestire le spese locali del
“MOVIMENTO 5 STELLE” rendono impossibile la TRACCIABILITA’ dei fondi in entrata
ed uscita utilizzati dal “MOVIMENTO 5 STELLE”.
Su questa tipologia di gestione vi è i già citati conti intestati ai consiglieri regionali
dell’Emilia-Romagna (Favia e DeFrancesci inizialmente e poi al solo DeFranceschi), ovvero
un conto corrente bancario intestato a due persone, utilizzato però per fondi del
“MOVIMENTO 5 STELLE”, principalmente per finanziare campagne elettorali di liste locali,
in Emilia-Romagna e fuori da tale regione.
Nello specifico si tratta dei conti:
Conto BancoPosta 4089184 – IBAN IT95R0760102400000004089284 – DeFranceschi
Conto BancoPosta 3854485 – IBAN IT59W0760102400000003854485 – Favia
[ALLEGATO 35]17

Vi è poi analogo conto gestito dai consiglieri regionali del Piemonte. In questo caso il conto
risulterebbe intestato a “PROGETTI A 5 STELLE PIEMONTE”, ovvero ad un
associazione diversa dal “MOVIMENTO 5 STELLE” ma che gestisce entrate e uscite per il
“MOVIMENTO 5 STELLE”, a partire dalle spese elettorali per le liste alle elezioni
amministrative.
Nello specifico si tratta del conto corrente:
Conto Banca Popolare Etica, filiale di Torino – IT 30 S 0501801 00000 00001 51700
“PROGETTO 5 STELLE PIEMONTE”
[ALLEGATO 36]18

Relativamente al Piemonte, guardando alla realtà di Torino, si apprende che anche qui esiste
un conto corrente in uso al “MOVIMENTO 5 STELLE” ma intestato a persona Vittorio
BERTOLA, quale conto corrente personale.
Si tratta del conto corrente presso la Banca Etica (IT 42 P 05018 01000 000000135942) su cui
vengono versati sia le indennità del Consigliere Comunale BERTOLA e che vede spese per il
“MOVIMENTO 5 STELLE” come, ad esempio, l’acquisto delle bandiere del “MOVIMENTO
5 STELLE” [ALLEGATI 3719 e 3820]

Vi è poi, sempre a titolo di esempio, anche la realtà di Milano dove, ancora una volta, per la
gestione di entrate e uscite del “MOVIMENTO 5 STELLE” viene utilizzato un conto corrente

16 Link diretto: http://www.beppegrilloSTOP.it/listeciviche/liste/campania/sostienici.html
17 Link diretto: http://trasparenza.emiliaromagna5stelleSTOP.it/index.php?option=com_content&view=article&id=4
18 Link diretto: http://www.beppegrilloSTOP.it/listeciviche/liste/piemonte/sostienici.html
19 Link diretto: http://www.beppegrilloSTOP.it/listeciviche/liste/torino/donazione-newsletter.html

bancario personale (presso Banca Etica -IBAN IT09N0501801600000000138596) intestato a
Mattia CALISE.
Nella pagina del M5S di Milano [ALLEGATO 39]21

“Sostienici con una donazione

La politica sta cambiando!

Anche grazie al tuo contributo economico!

Ogni singolo contributo, ci permette di rimanere trasparenti, non ricattabili da nessun
gruppo di potere. Ringraziamo tutti quelli che contribuiranno. Grazie!
Per donazioni/contributi via bonifico:
Banca Beneficiaria: Banca popolare Etica
IBAN IT09N0501801600000000138596
Beneficiario: Mattia Calise”

e poi viene indicato il link al già citato conto paypal dove vengono raccolte le donazioni
online.

c) identico discorso vale per l’utilizzo per entrate ed uscite di carte PostePay, in quanto anche
queste, intestate a singole persone, vengono utilizzate per le movimentazioni del
“MOVIMENTO 5 STELLE”, a partire dalla raccolta delle donazioni, con conseguente
impossibilità di controllo e tracciabilità dell’origine dei fondi che vengono utilizzati dal
“MOVIMENTO 5 STELLE”, con assoluta assenza di contabilizzazione da parte del
“MOVIMENTO 5 STELLE” di tali fondi.
A titolo di esempio si indica il caso di Genova, ove, come è chiaramente indicato dallo stesso
sito del “MOVIMENTO 5 STELLE” di Genova, sulla piattaforma del sito di Giuseppe
“Beppe” GRILLO, il PostePay è intestato NON al “MOVIMENTO 5 STELLE” e non al
Legale Rappresentante nonché Amministratore (ovvero Giuseppe “Beppe” GRILLO), ma a
Paolo BOTTARO.
Nello specifico trattasi della carta n° 4023 6006 0606 6290 – BOTTARO
[già indicato ALLEGATO 24]

Con tale tipo di gestione fuori da ogni logica contabile di un unico soggetto (il “MOVIMENTO 5
STELLE”) vi sono, oltre alle operazioni in ENTRATA, anche le operazioni in USCITA. Se i fondi
sono gestiti da privati cittadini (su conti correnti bancari, postepay, conti BancoPosta, conti paypal
personali), così come anche se sono gestiti da associazioni diverse dal “MOVIMENTO 5 STELLE”
(su conti correnti bancari, postepay, conti BancoPosta, conti paypal a queste associazioni),

ovviamente le fatturazioni sono effettuate a nome delle persone o delle associazioni e non
quindi, come dovrebbe invece essere, al “MOVIMENTO 5 STELLE”.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.